Rigopiano, legale delle vittime lancia l’allarme prescrizione - L’avvocato Reboa: "Processo complesso, sarebbe utile coordinare le difese"
 
 
 

L'Aquila   Cronaca 07/02

Rigopiano, legale delle vittime
lancia l’allarme prescrizione

L’avvocato Reboa: "Processo complesso, sarebbe utile coordinare le difese"

Immagine di repertorioL'ombra della prescrizione sulla tragedia di Rigopiano avvenuta lo scorso 18 gennaio, con 29 vittime, tra cui la ragazza vastese Jessica Tinari, e il fidanzato Marco Tanda. A lanciare l'allarme, come riporta l'Ansa, è l'avvocato Romolo Reboa che insieme ai legali Maurizio Sangermano e Gabriele Germano, assiste Giampaolo Matrone, superstite del disastro dell'Hotel Rigopiano, e i familiari di Valentina Cicioni, Marco Tanda e Jessica Tinari.

"È una situazione pericolosa, - spiega l'avvocato - perché esiste il rischio concreto che un processo di questa portata e di questa complessità duri molto, con la prescrizione che per questi reati è però in agguato, dopo appena 5 anni più altri 2 anni e mezzo. Purtroppo la competenza per questi reati è del tribunale monocratico e con tante parti civili e i vari reati aggiuntivi che potrebbero essere ipotizzati, la situazione diventa davvero pericolosa, per questo dovremo essere veloci e capire che anche una parola in più potrebbe essere sbagliata, in quanto esigerà una risposta in più".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi