Rigopiano, 7 dipendenti aprono ristorante finanziato dai vescovi - La Conferenza episcopale italiana ha donato 250mila euro: "Segno di rinascita"
 

Rigopiano, 7 dipendenti aprono
ristorante finanziato dai vescovi

La Conferenza episcopale italiana ha donato 250mila euro: "Segno di rinascita"

Farindola: le macerie dell'hotel Rigopiano (Ansa)Sarà monsignor Nunzio Galantino a inaugurare, domenica 23 luglio, la Cuccumella, ristorante-pizzeria in Farindola della Coperativa Tu.Te.Ve. Alle 18 il segretario generale della Conferenza Episcopale Italiana raggiungerà, insieme a monsignor Francesco Soddu, direttore di Caritas Italia e a monsignor Tommaso Valentinetti, arcivescovo di Pescara-Penne, la cittadina in provincia di Pescara per sostenere l’attività di ristorazione definita come "un nuovo inizio – spiega Paolo Misero, presidente della neonata Tu.Te.VE. - il simbolo di una rinascita, un barlume di speranza, un’opportunità per una comunità in ginocchio dopo la tragedia di Rigopiano".

Costante il ruolo della Chiesa in questo progetto ideato solo dopo un meticoloso lavoro di prossimità della Caritas locale con gli abitanti del territorio. "Siamo stati presenti – afferma don Marco Pagniello, direttore della Caritas diocesana di Pescara-Penne – per sostenere spiritualmente e psicologicamente, con professionisti e volontari, coloro che direttamente o indirettamente sono stati coinvolti nella tragedia dello scorso 18 gennaio e Tu.Te.Ve. è, sicuramente, il risultato di un percorso intrapreso insieme".

La cooperativa, costituita da 7 amici impegnati nel lavoro all'hotel Rigopiano, distrutto dalla valanga, è stata affiancata in fase di progettazione dalla Caritas diocesana e dall’Agenzia Wolftour di Penne e ha ottenuto un finanziamento dalla Conferenza Episcopale Italiana di 250mila euro per l’avvio dell’attività di ristorazione.

"È un progetto importante per tutto il territorio – conclude don Pagniello – perché oltre a riattivare la rete economica e sociale della zona è segno della volontà di rinascita della gente del posto. Da parte nostra, in rete con la Chiesa italiana e con le innumerevoli iniziative di Caritas Italia a sostegno dell’imprenditoria locale, continueremo a sostenere Tu.Te.Ve, e a scommettere sull’idea coraggiosa di Paolo e dei suoi colleghi".

Arcidiocesi Pescara-Penne - comunicato stampa

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi