Incendio devastante sul Gran Sasso minaccia anche Rigopiano - Le fiamme anche sul versante pescarese. Tre giorni di lotta contro il fuoco
 
Farindola   Cronaca 07/08

Incendio devastante sul Gran Sasso
minaccia anche Rigopiano

Le fiamme anche sul versante pescarese. Tre giorni di lotta contro il fuoco

(Ansa)E' stata un'altra notte di lotta contro le fiamme. Vigili del fuoco, carabinieri forestali, protezione civile e volontari combattono da tre giorni per spegnere l'incendio scoppiato nella piana di Campo Imperatore, innescato da un barbecue in località Fonte Vetica, ha aggredito la vegetazione di Vado di Sole, a 1600 metri, scavalcato lo spartiacque della montagna e, propagandosi dal versante aquilano a quello pescarese, minacciato Rigopiano, nel comune di Farindola.

Gravissimo il danno ambientale: il fuoco ha distrutto tutto, in una zona ricca di flora e fauna nel cuore del Parco nazionale Gran Sasso e Monti della Laga. In azione un Canadair, in arrivo un secondo. Via terra operano Vigili del Fuoco, Carabinieri Forestali, Protezione Civile e volontari. La Procura aquilana ha aperto un'inchiesta. Sei le persone indagate per incendio colposo. Le fiamme, che oggi interessano la faggeta, sono ancora distanti dall'area sotto sequestro in cui sono i resti dell'hotel Rigopiano, distrutto da una valanga lo scorso 18 gennaio, provocando la morte di 29 persone.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi