Incendio infinito sul Morrone, per spegnerlo arrivano i droni - Iezzi, presidente del Parco: "Hanno rifiutato la nostra collaborazione"
 
Sulmona   Cronaca 29/08

Incendio infinito sul Morrone,
per spegnerlo arrivano i droni

Iezzi, presidente del Parco: "Hanno rifiutato la nostra collaborazione"

(Ansa)Droni antincendio per spegnere il rogo che, da giorni, sta devastando il Monte Morrone. Ieri le fiamme si sono riattivate, con lingue di fuoco alte fino a dieci metri. 

L'incendio si è avvicinato pericolosamente alle frazioni di Case Lupi e San Pietro. Utile ai soccorritori è la strada tagliafuoco: un varco aperto tre giorni fa dal Comune di Pratola Peligna per consentire ai mezzi di soccorso di arrivare fino al fronte del rogo e lavorare senza sosta per circoscriverlo.

Droni antincendio - Arrivano i droni antincendio del Parco nazionale della Maiella: il progetto realizzato in collaborazione con la Sky drone è stato presentato nel corso di una conferenza stampa dal presidente dell'Ente Parco, Franco Iezzi, il quale ha spiegato che con il volo dei droni possono essere controllati il territorio, le fonti di calore, le presenze e i movimenti di persone e animali. "Abbiamo a disposizione anche droni dotati di telecamere termiche - ha spiegato - che possono percepire il calore e quindi la presenza di persone e animali, come nel caso di escursionisti in difficoltà, orsi e tanto più l'innalzamento termico dovuto a principi d'incendio o ad incendi già divampati.
Come possono essere intercettati dalle telecamere dei droni la localizzazione degli incendi e la direzione delle fiamme".

"Per questo negli ultimi giorni abbiamo messo a disposizione questi mezzi per l'attuale emergenza incendi che sta devastando il territorio del Parco - ha proseguito il presidente del Parco lanciando una nota polemica verso i vigili del fuoco che coordinano le operazioni di spegnimento del fuoco - però anche sabato mattina, quando abbiamo offerto la nostra collaborazione, il comando provinciale dei vigili del fuoco l'ha rifiutata, perché l'area del Morrone è interdetta al volo".

Secondo Iezzi però soprattutto in questa occasione andrebbero attivati interventi attraverso una rete tra Parco, Regione, vigili del fuoco, protezione civile, "mentre siamo stati finora esclusi sistematicamente da ogni tavolo, se si esclude la riunione di ieri a Prezza".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 

Chiudi
Chiudi