Rogo Morrone, operato volontario ferito: ricostruite ossa facciali - Dopo due settimane spento definitivamente l’incendio
CHIUDI [X]
 
L'Aquila   Cronaca 05/09

Rogo Morrone, operato volontario
ferito: ricostruite ossa facciali

Dopo due settimane spento definitivamente l’incendio

(Ansa)Le sue condizioni migliorano dopo una delicata operazione. E' fuori pericolo il trentenne volontario della protezione civile rimasto gravemente ferito mentre aiutava le squadre di spegnimento del vasto incendio che per giorni ha devastato il monte Morrone, nel Parco nazionale della Majella. 

Dopo due settimane di lotta contro il fuoco, il rogo è stato definitivamente domato il 3 settembre. Dopo il ricovero all'ospedale San Salvatore dell'Aquila, il giovane è stato sottoposto ad un innovativo intervento chirurgico per la ricomposizione delle ossa facciali, danneggiate dal trauma. L'operazione eseguita dal professor Tommaso Cutilli, direttore del reparto maxillo-facciale dell'ospedale aquilano, e' stata compiuta dall'interno della bocca, per non lasciare cicatrici esterne permanenti sul viso, utilizzando un sofisticato software che riproduce un modello in dimensione reali delle parti anatomiche su cui intervenire.

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 

Chiudi
Chiudi