Omicidio di Montesilvano, l’arma del delitto ritrovata nelle campagne marsicane - Fucile calibro 12 sovrapposto rinvenuto su indicazione dell’arrestato
 
Pescara   Cronaca 25/09

Omicidio di Montesilvano, l’arma del delitto ritrovata nelle campagne marsicane

Fucile calibro 12 sovrapposto rinvenuto su indicazione dell’arrestato

(Ansa)È stato ritrovato smontato, sotterrato nelle campagne di Ortona dei Marsi, non distante dall'autostrada A25, il fucile usato da Massimo Fantauzzi per uccidere Antonio Bevilacqua, il 21enne freddato la notte del 16 settembre in un ristopub di Montesilvano.

È stato lo stesso Fantauzzi, 46 anni, catturato sabato mattina dopo una settimana di latitanza, ad indicare ai carabinieri il luogo in cui aveva nascosto l'arma.

Si tratta di un Beretta calibro 12 sovrapposto, modificato e con matricola abrasa. L'arma verrà inviata ai Ris di Roma per gli accertamenti. Illustrando i dettagli dell'arresto di Fantauzzi e dei successivi accertamenti, nel Comando provinciale dei Carabinieri di Pescara, è stato spiegato che fuggendo il killer ha subito raggiunto Ortona dei Marsi per disfarsi del fucile.

Successivamente è tornato nel Pescarese e ha abbandonato nel fiume Pescara la moto, trovata sabato pomeriggio sempre su sua indicazione. 

Ansa

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi