Abruzzo, presentate le mete del turismo matrimoniale, ma di Vasto non c’è traccia - Delusi gli operatori turistici, che propongono 2 location: pontile e La Bagnante
 
Pescara   Politica 10/11

Abruzzo, presentate le mete del turismo matrimoniale, ma di Vasto non c’è traccia

Delusi gli operatori turistici, che propongono 2 location: pontile e La Bagnante

Il pontile di Vasto MarinaAnche l'Abruzzo ha le sue destination wedding: i luoghi che i turisti stranieri possono scegliere per celebrare i loro matrimoni. 

Ma, sia nella conferenza stampa dell'assessore regionale ai Parchi, Donato Di Matteo, sia nel comunicato ufficiale, tra le destinazioni turistiche che l'Abruzzo offre a quelle coppie che vogliono vivere il loro giorno più bello nei luoghi più suggestivi della regione non c'è traccia di Vasto, che pure ha una riserva naturale, Punta Aderci, è la città più grande del futuro Parco nazionale della Costa teatina e può vantare 16 chilometri di litorale con bellezze naturalistiche uniche nell'Adriatico.

Che si tratti di una semplice svista oppure no, è una dimenticanza rilevante secondo i 48 operatori turistico-commerciali del consorzio Vivere Vasto Marina: sono stati loro a chiedere, in una lettera indirizzata all'amministrazione comunale di Vasto, l'opportunità di inserire tra le locations il pontile e la spiaggia antistante il Monumento alla Bagnante. E ora chiedono se la costa vastese sia stata inserita e menzionata tra le mete matrimoniali.

Il comunicato ufficiale (fonte: Regioneflash) - L'assessore ai Parchi, Donato Di Matteo, e la giornalista della rivista "Io donna" della RCS, Loredana Ranni, hanno presentato, questa mattina, Pescara, in Regione, nel corso di una conferenza stampa, il progetto speciale "The beautiful wedding in Abruzzo" con l'obiettivo di far conoscere agli stranieri le bellezze naturali dell'Abruzzo, regione ricca di storia, cultura e tradizioni popolari e per valorizzare il territorio all'estero. Secondo una ricerca di mercato, al primo posto tra le mete preferite come destination wedding c'è la Toscana, scelta dal 43,5% delle coppie straniere, seguita dalla costiera amalfitana, con solo il 9,9% delle preferenze e dall'Umbria con il 7,7%.

"L'Abruzzo - ha esordito l'assessore Di Matteo - è un territorio dalle notevoli potenzialità turistiche e può vantare location fantastiche per ospitare matrimoni in grande stile come amano fare molte star americane del cinema e della televisione. Come  attrattività - ha proseguito - non siamo secondi a nessuno. Per raggiungere dei risultati occorrono, però, dei progetti mirati che siano in grado di regalare vere opportunità agli operatori del settore ed emozioni autentiche a sposi ed invitati. E' un mercato in continua  crescita - ha spiegato l'assessore - ma bisogna curare tutti gli aspetti nei minimi dettagli. È per questo che, come Regione, abbiamo sposato questo progetto garantendo vicinanza e supporto ai titolari delle location più suggestive".

Per gli sposi stranieri, l'Italia rappresenta innanzitutto storia e bellezze culturali ma anche fascino e luogo dei desideri senza tralasciare le motivazioni legate al fattore romanticismo e al cibo. Alla luce di questi dati, per l'Abruzzo  si può aprire una nuova opportunità nell'ambito delle wedding destination, mirate a promuovere le eccellenze del territorio e a generare mercato per gli operatori del settore. Le coppie che decidono di sposarsi in Italia sono soprattutto inglesi, seguite da quelle russe e da quelle americane.

Nel 2015, a fronte di circa 7mila matrimoni celebrati in Italia da coppie straniere, è stato stimato un giro d'affari vicino ai 380 milioni di euro. Avere il 30 per cento del territorio protetto da leggi di tutela ambientale, significa, ad esempio, poter proporre un matrimonio da celebrare in uno degli splendidi eremi: Santo Spirito a Majella, San Bartolomeo, San Giovanni all'Orfento oppure si potrebbe suggerire alle coppie di sposarsi nell'ambito della tradizione del corteo nuziale Ju Catenacce, a Scanno o di optare per un rito più tradizionale nell'oratorio di San Pellegrino (Bominaco di Caporciano) o nella Basilica di Santa Maria Maggiore ad Atri o ancora nell' Abbazia di San Giovanni in Venere, a Fossacesia, nel cuore della Costa dei trabocchi. Per non parlare di castelli e fortezze come quello di Semivicoli o quello di Septe, a Mozzagrogna. Per continuare con la suggestiva Rocca Calascio o con Santo Stefano di Sessanio.

"The beautiful wedding in Abruzzo" ha un testimonial d'eccezione: l'attore Ron Moss protagonista, nella parte di Ridge Forrester, della seguitissima soap opera "Beautiful". Sarà proprio lui a promuovere l'Abruzzo come location ideale per matrimoni ed a gennaio verrà insieme all'attrice Katherine Kelly Lang (la Brooke Logan di Beautiful) per girare un video nelle location che hanno aderito al progetto. Inoltre, verrà realizzato un sito internet con un itinerario che comprenderà tutte le location aderenti.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi