Proiettile a Paolucci, sulla lettera la firma che conduce a Vasto - L’assessore: "Gesto di uno squinternato"
 
L'Aquila   Cronaca 06/05

Proiettile a Paolucci, sulla lettera la firma che conduce a Vasto

L’assessore: "Gesto di uno squinternato"

Paolucci con Tiziana MagnaccaC'è "Vasto" nella firma della lettera con un proiettile in allegato recapitata due giorni fa alla segreteria dell'assessore alla Sanità della Regione Abruzzo, Silvio Paolucci. È quanto trapela dalle indagini e riportato dal Messaggero Abruzzo. Una calligrafia definita "sgangherata" dalla quale però pare emerga una firma che riconduce alla città: "Noi di Vasto" o "Rivoluzione vastese".

Il pensiero non può che andare alle mai sopite polemiche riguardanti l'ospedale di Vasto che negli anni ha conosciuto alcuni ridimensionamenti – l'ultimo quello riguardante il reparto di Gastroenterologia dove non sarà più possibile accettare ricoveri, LEGGI – e la querelle di lungo corso legata alla sala emodinamica. La pista seguita è solo quella dell'attività politica in campo sanitario.
Insieme alla lettera, infatti, c'era una "nota amministrativa che riguarda uno specifico provvedimento in materia di sanità" – scrive il giornalista Stefano D'Ascoli – oltre a "confusi riferimenti a località abruzzesi".

Nella missiva pare fossero indicati anche altri nomi come quelli del manager Asl Pasquale Flacco, il direttore Vincenzo Orsatti, il sindaco di Lanciano Mario Pupillo e altri primi cittadini. 

Le indagini sono portate avanti dalla Digos della questura dell'Aquila, il caso è seguito dal procuratore capo Michele Renzo. Si attendono i risultati dei rilievi su busta, lettera e proiettile.
Dopo la lettera a firma di "sedicenti movimenti rivoluzionari vastesi", per ora pare esclusa l'assegnazione di una scorta nei confronti di Paolucci; molto probabilmente si opterà per una sorveglianza. 

Il destinatario, l'assessore, ieri presente a Lanciano [LEGGI] ha bollato l'episodio come gesto di uno "squinternato", ma si è appellato al senso di responsabilità: "Chi riveste un ruolo di responsabilità deve utilizzare un linguaggio più appropriato per aggettivi e sostantivi. Bisogna che tutti cominciamo a pensare che dobbiamo tarare meglio l'uso del linguaggio".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi