La legge elettorale con sbarramento all’8% non si fa, M5S: "Ha vinto la democrazia" - Consiglio regionale, la maggioranza ritira la proposta di modifica
 
Pescara   Politica 08/08

La legge elettorale con sbarramento all’8% non si fa, M5S: "Ha vinto la democrazia"

Consiglio regionale, la maggioranza ritira la proposta di modifica

Da sinistra Pettinari, Mercante, Marcozzi, Ranieri e SmargiassiLa nuova legge elettorale col lo sbarramento all'8% non si farà. La maggioranza di centrosinistra ha ritirato le proposte di modifica al sistema vigente per l'assegnazione dei seggi. 

Esulta il Movimento 5 Stelle: “La democrazia è stata tutelata in Abruzzo”, commentano i consiglieri regionali del M5S Sara Marcozzi, Riccardo Mercante, Domenico Pettinari, Gianluca Ranieri e Pietro Smargiassi, “Le soglie di sbarramento non saranno innalzate permettendo così a tutte le forze politiche di avere una propria rappresentanza in Consiglio. Ci siamo battuti con fermezza ed oggi siamo soddisfatti di questo risultato poiché la maggioranza ha dovuto cedere proprio su quegli elementi che andavano ad intaccare quello che per noi rappresenta l’anima del dibattito politico: la rappresentanza di tutti i cittadini. Ottenuto questo grande risultato non ci interessano quei punti che riguardano meramente la dinamica partitica sulla formazione delle liste e delle coalizioni della vecchia politica. Il M5S ha assunto sin dall’inizio della sua entrata nelle istituzioni un metodo diverso che anima lo spirito di partecipazione. E non abbiamo mai avuto bisogno di una legge che ce lo imponesse”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi