Ministero: "Limitare traffico pesante su A24 e A25". Strada dei parchi: "Toninelli non ci riceve" - La sicurezza dei viadotti
 
Pescara   Politica 18/10

Ministero: "Limitare traffico pesante su A24 e A25". Strada dei parchi: "Toninelli non ci riceve"

La sicurezza dei viadotti

(Ansa)"Particolare attenzione" nella "regolamentazione del transito dei veicoli pesanti", in particolare su 8 viadotti "che, come dimostrato nelle verifiche di sicurezza, inducono sollecitazioni critiche specialmente agli impalcati e alle solette", sulla A24 e A25. È una delle 5 prescrizioni contenute nella relazione firmata dal dirigente del Mit, Placido Migliorino, e consegnata al ministro Danilo Toninelli, e alle quattro prefetture abruzzesi, rivolte alla concessionaria Strada dei Parchi.

Il ministro Toninelli ha parlato al Question Time al Senato: "Il decadimento manutentivo riscontrato, associato all'incremento dei carichi di esercizio rispetto all'epoca di costruzione, è tale da non poter dimostrare il raggiungimento di adeguati standard di sicurezza con il regolare transito di circolazione".

Interviene nuovamente, dopo la diffida inviata al Ministero, anche Strada dei Parchi. "Non riesco a parlare con il ministero, non ci riceve. Nonostante la mia richiesta di poter incontrare il ministro Toninelli, infatti, inviata il 4 ottobre, ad oggi ancora non ho ricevuto risposta". Da qui la diffida "perché non c'è stata la consegna dei progetti per la messa in sicurezza". Così Cesare Ramadori, ad di Strada Parchi Spa, la concessionaria delle autostrade A24 e A25 rendendo noto di aver appreso, in altra udienza, "che non ci sono ancora i contributi statali necessari a coprire l'importo dei progetti".

Intanto, per accertamenti tecnici a un viadotto autostradale sovrastante i binari, dalle 10.55 la circolazione ferroviaria è sospesa, fra Anversa e Cocullo, sulla linea Sulmona-Avezzano.

LA RELAZIONE TECNICA - "È verosimile l'ipotesi che al primo maggio 2019 le autostrade A24 e A25 non saranno in regola", con l' obbligo di adeguare entro il 30 aprile le 54 gallerie, considerando che "l'esecuzione dei lavori non sia compatibile con il tempo residuo", si legge nella relazione tecnica. "In caso contrario potrebbe essere necessario interdire le tratte interessate da queste gallerie".

"Il sottoscritto - scrive Migliorino - non ha condiviso le conclusioni del concessionario secondo cui i viadotti possano ritenersi adeguatamente sicuri nei confronti delle azioni esterne e dei carichi permanenti. Al contrario, l'avanzato stato di degrado manutentivo riscontrato rendeva necessario un immediato intervento di ripristino e consolidamento delle strutture, oltre che un approfondimento di calcolo".

I sopralluoghi, anche con l'utilizzo di droni, hanno interessato 87 opere, di cui due con frane, dei 339 viadotti delle A24 e A25 e sono stati effettuati tra il mese di settembre e ottobre. Il dirigente ritiene "parziali le metodiche dei controlli utilizzati da Sdp", scrive ancora Migliorino.

Ansa

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi