CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 febbraio 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Cronaca 21/08/2014

In difficoltà in montagna, vastesi
aiutati dal Soccorso Alpino

Ieri molti interventi effettuati sul territorio abruzzese

foto repertorioCi sono anche due escursionisti vastesi tra le tante persone aiutate ieri dai sanitari del 118 e del Soccorso Alpino e Speleologico in Abruzzo. "Due escursionisti di Vasto - riferisce una nota della sala stampa del Soccorso Alpino - di ventisette e ventisei anni hanno lanciato l'allarme dal Monte Prena, in località Vado Ferruccio. Una squadra da terra del Cnsas ha guidato i ragazzi al punto di partenza".

Complessivamente sono stati sette, nella sola giornata di ieri, gli interventi di soccorso effettuati nelle zone montane della regione. 

"Intorno alle 11,00 l'elicottero del 118, partito dalla base di Preturo (Aq), si è diretto verso la Val Maone, sul Gran Sasso, per effettuare il recupero di G.P., viterbese di 41 anni, che salito su per un ghiaione è rimasto bloccato tra le rocce di Pizzo Intermesoli. L'uomo, appartenente ai Saf dei Vigili del Fuoco, ha inizialmente allertato i suoi colleghi che hanno  immediatamente inoltrato l'allarme al Soccorso Alpino. Dopo aver effettuato un breve tratto di arrampicata, il Tecnico di Elisoccorso del Cnsas ha provveduto ad imbragare il malcapitato che, verricellato sull'elicottero, è stato riaccompagnato ai Prati di Tivo, sul versante teramano del Gran Sasso. 

Già dalle prime ore del pomeriggio, l'elicottero del 118 si è diretto a Bisenti (Te) per effettuare il recupero di una bambina. La piccola, caduta da cavallo ma apparentemente in buone condizioni di salute, è stata comunque accompagnata all'ospedale di Teramo.

Intorno alle 16,00 l'elicottero è nuovamente tornato sul Gran Sasso per soccorrere una famiglia romana. Bloccato sulla Direttissima di Corno Grande, in prossimità del Canale del Tempio, quando ha capito di non essere più in grado di proseguire, un papà, in compagnia dei figli di dodici e dieci anni, ha lanciato l'allarme al 118 che si è immediatamente recato sul posto. I tre inconsapevolmente avevano perso il sentiero e, frenati nel proseguire dai continui salti di roccia, erano stati presi dal panico. Imbracati con il triangolo di evacuazione dal Tecnico di Elisoccorso, i bimbi, in lacrime per la paura ma in ottime condizioni di salute, sono stati verricellati sull'elicottero e condotti a Campo Imperatore. 

Intorno alle 18,00, al rifugio Sebastiani, nel Parco regionale Velino-Sirente, l'elisoccorso è intervenuto nel recupero di una signora. Una brusca caduta le ha causato la rottura della spalla e l'immediato trasporto all'ospedale San Salvatore dell'Aquila. Intorno alle 19,00, la lunga giornata di operazioni di soccorso si è conclusa con il recupero di un uomo caduto da cavallo in località Val D'Arano, Ovindoli".   

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       

      Chiudi
      Chiudi