Sisma, 106 comuni abruzzesi hanno subito danni: 12mila segnalazioni - D’Alfonso: "Duecento ingegneri per valutare la gravità delle lesioni"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


3 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

L'Aquila   Cronaca 05/11/2016

Sisma, 106 comuni abruzzesi hanno
subito danni: 12mila segnalazioni

D’Alfonso: "Duecento ingegneri per valutare la gravità delle lesioni"

Un sopralluogo di D'Alfonso dopo il sisma del 30 ottobre (foto Ansa)Sono 106 i Comuni abruzzesi che hanno denunciato danni al Cor, a seguito del sisma del 30 ottobre scorso con epicentro tra Norcia e Preci, per un totale di 12mila segnalazioni, il 60% delle quali registrati nella provincia di Teramo. La stima però è destinata a salire.

Gli edifici di culto danneggiati sono stati 346, le scuole 265 (180 nel teramano). È quanto emerso nel corso di una riunione operativa convocata dal presidente della Giunta regionale, Luciano D'Alfonso, alla quale hanno partecipato assessori e capi dipartimento della Regione.

"Obiettivo - ha spiegato il presidente D'Alfonso - è costruire un cronoprogramma lineare e fornire, in tempi brevi, una fotografia reale dei danni subiti dal patrimonio edilizio pubblico e privato, in particolare scuole, ospedali, edifici di culto e case popolari. Per fare ciò, potenzieremo il dipartimento regionale lavori pubblici con altro personale, allestiremo un ufficio ad hoc per la ricostruzione e attiveremo immediatamente convenzioni con i Comuni".

Duecento ingegneri - "Sarà allargata - promette D'Alfonso - la platea dei tecnici, faremo convenzioni con gli ordini professionali, qui c'è una tradizione di ingegneria, sceglieremo privilegiatamente l'ingegneria per allargare le professionalità: punteremo ad avere 200 unità in Abruzzo che seguiranno una graduatoria di gravità e di estensività".

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi