Sorpreso con due etti di cocaina in casa, arrestato 56enne - Operazione delle Fiamme gialle a Ortona
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Ortona   Cronaca 15/11/2016

Sorpreso con due etti di cocaina
in casa, arrestato 56enne

Operazione delle Fiamme gialle a Ortona

Il materiale sequestratoÈ scattato sabato mattina sulla via Orientale di Ortona, il controllo da parte dei finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Chieti, diretti dal tenente colonnello Alberto De Ventura, nei confronti di R.M., un ortonese di 56 anni, che era intento a fumare uno spinello all’interno della propria autovettura.

"Il soggetto, all’atto del controllo - spiegano dal Comando provinciale - mostrava immediatamente visibili segni di agitazione, iniziando a dimenarsi e ad imprecare in modo spropositato contro i finanzieri. Questi ultimi, dopo essersi accertati che l'uomo fumasse effettivamente uno spinello di marijuana, avendo fondato sospetto che potesse detenere ulteriore sostanza stupefacente presso la propria abitazione decidevano approfondire il controllo effettuando anche una perquisizione domiciliare. A tal punto R.M., capite le intenzioni dei finanzieri, si disfaceva di un mazzo di chiavi lanciandolo in una scarpata adiacente. Questo ulteriore comportamento ha convinto ancora di più i finanzieri della necessità di effettuare la perquisizione domiciliare. Un finanziere quindi si calava nel dirupo e, dopo un’approfondita ricerca, rinveniva, nella folta vegetazione, il mazzo di chiavi lanciato poco prima".

A seguire, quindi la perquisizione all’interno dell’appartamento dell’uomo, che ha portato al ritrovamento di 176 grammi di cocaina già suddivisi in dosi pronte per lo spaccio, alcune dosi di marijuana, un bilancino elettronico di precisione e tutto l’occorrente per il confezionamento della sostanza stupefacente: "L’uomo, già gravato da precedenti penali specifici per spaccio di sostanze stupefacenti, - spiegano quindi gli uffici delle Fiamme gialle - veniva pertanto arrestato e condotto nel carcere di Madonna del Freddo di Chieti, a disposizione dell’autorità giudiziaria inquirente. La droga, una volta immessa sulla piazza, avrebbe fruttato almeno 16mila euro. Sono tutt’ora in corso ulteriori approfondimenti investigativi diretti ad individuare i canali di approvvigionamento che hanno permesso all’arrestato di rifornirsi della cocaina. Il risultato di servizio conferma ulteriormente l’attenzione posta dalle Fiamme Gialle teatine dirette dal colonnello Serafino Fiore a contrasto delle fonti di approvvigionamento e spaccio delle sostanze stupefacenti soprattutto nell’area del litorale abruzzese".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi