Picchia la moglie con sedia e stendino, 50enne arrestato - È successo a Ortona, per la donna 15 giorni di prognosi
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


20 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Ortona   Cronaca 20/09/2017

Picchia la moglie con sedia e stendino, 50enne arrestato

È successo a Ortona, per la donna 15 giorni di prognosi

Ancora un caso di violenza nei confronti di una donna. Un operaio albanese di 50 anni (M.C.) è stato arrestato dai carabinieri di Ortona per maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate nei confronti della moglie. L'uomo dopo l'ennesimo litigio, come raccontano le forze dell'ordine "l’aveva massacrata di botte alla presenza della figlia minorenne, colpendola alla testa, alle braccia e al corpo con tutto ciò che gli era capitato a tiro durante il litigio: uno stendino per la biancheria, una sedia e altro ancora".

I militari, arrivati dopo la chiamata della vittima delle violenze, lo hanno fermato mentre si stava allontanando dall'abitazione. La donna, una 43enne anch'essa albanese, che è stata medicata presso all’ospedale della città per un serie di traumi alla testa, alle braccia e al dorso, per i quali ha ottenuto 15 giorni di prognosi, ha avuto il coraggio di denunciare il marito, oltre che per l’episodio odierno, anche per una serie di altre aggressioni subite negli ultimi mesi.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi