Trasportava in auto 17 chili di droga, arrestato 28enne albanese - I carabinieri di Chieti lo hanno fermato sulla statale 16 a Francavilla
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


14 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Chieti   Cronaca 15/02/2018

Trasportava in auto 17 chili di droga, arrestato 28enne albanese

I carabinieri di Chieti lo hanno fermato sulla statale 16 a Francavilla

foto AnsaLo stavano seguendo già da tempo, monitorando i suoi contatti e i suoi spostamenti nel chietino fino a quando, ieri, lo hanno fermato mentre percorreva con la sua auto la statale 16 nel territorio di Francavilla al mare. A bordo della Bmw guidata da un 28enne albanese disoccupato e residente a Montesilvano i carabinieri Nucleo Investigativo e del Reparto Operativo di Chieti. hanno trovato ben 17 chili di droga.

Il 28enne trasportava 9 di marijuana e 8 di hashish, il cui valore commerciale è stato stimato in circa 150 mila euro. Per lui sono scattate le manette ed è stato trasferito nel carcere di Chieti con l'accusa di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Questa mattina, nel corso di una conferenza stampa a Chieti, il tenente colonnello Vittorio Bartemucci, comandante del Reparto Operativo, e il maggiore Marcello D'Alesio, comandante del Nucleo Investigativo, hanno spiegato come la sostanza stupefacente, posta sotto sequestro, fosse di buona qualità e verosimilmente proveniente dall'area balcanica. Era probabilmente destinata ad una centrale di spaccio del comprensorio Chieti-Pescara e da qui distribuita in tutta la costa teatina. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi