Incidente sul lavoro nella cartiera: muore 43enne. "C’è bisogno di controllo e prevenzione" - La nota dei sindacati: "Non si può morire di lavoro"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Avezzano   Cronaca 16/03/2018

Incidente sul lavoro nella cartiera: muore 43enne. "C’è bisogno di controllo e prevenzione"

La nota dei sindacati: "Non si può morire di lavoro"

È morto ieri sera Marco Di Donato, 43enne di Avezzano rimasto vittima in un incidente sul lavoro nella Cartiera Burgo. Fatale per il giovane è stato lo schiacciamento del torace: l'uomo era rimasto incastrato tra un macchinario e un muletto. Di Donato è morto in serata nel nosocomio della città dove era stato trasportato in ambulanza.
Dell'esatta dinamica dell'incidente si stanno occupando i carabinieri della locale stazione, sulla drammatica vicenda la procura della Repubblica di Avezzano ha aperto un'inchiesta.

Il grave fatto di ieri ha di nuovo riacceso i riflettori su una piaga – quella delle morti sui luoghi di lavoro – che non ancora si riesce a estirpare del tutto. 
"È impensabile che nel 2018 si possa ancora morire di lavoro – commentano Leo Malandra e Lucio Petrongolo della Fistel-Cisl Abruzzo-Molise – Esprimiamo tutta la nostra vicinanza e il cordoglio alla famiglia del lavoratore chiedendo alle autorità di fare piena luce sulla tragica vicenda". 

"La salute e il rispetto delle norme sulla sicurezza nei luoghi di lavoro – continuano – sono cruciali per la vita delle persone e centrale per l’azione sindacale. In questa vicenda c’è bisogno di aprire una riflessione su cosa non sta funzionando. Non possiamo permetterci di lasciare sul campo altre vite, mariti e padri che perdono la loro vita o subiscono gravi lesioni per portare a casa una retribuzione che permetta alle loro famiglie di vivere una vita dignitosa. C’è bisogno di una piena attuazione del Testo Unico sulla salute e sicurezza sul lavoro per favorire una vera e propria cultura di prevenzione, investimenti e formazione sulla sicurezza che metta al centro la persona. Anche le istituzioni, insieme alle imprese, devono assumersi le proprie responsabilità per il ruolo di vigilanza, di controllo, di prevenzione".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi