CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Farindola   Attualità 15/11/2018

Rigopiano, arrivata dalla Sardegna la statua in memoria delle 29 vittime

Mario Tinari: "Donata da persone eccezionali"

(foto da La Nuova Sardegna)E' arrivata a Farindola la statua della Madonna e i 29 blocchi di marmo, tanti quante sono state le vittime della valanga del 18 gennaio 2017, che comporranno il monumento alla memoria delle vittime della tragedia dell'hotel Rigopiano.

Ad accogliere l'arrivo del gruppo marmoreo, donato dall'associazione musicale della cittadina sarda, è stato Mario Tinari, papà di Jessica, la ragazza di Vasto morta a soli 24 anni sotto le macerie: "Io sono stato un paio di volte a seguire i lavori. Sono delle persone eccezionali, ci hanno accolto veramente bene. Quando vado lì, mi sembra veramente di stare veramente in famiglia. Li ringraziamo di cuore, per questo bellissimo gestoricordo dei nostri 29 angeli", ha detto Tinari al Tg3 Abruzzo.

L'installazione verrà collocata al centro del Giardino della Memoria che verrà realizzato per ricordare le persone che hanno perso la vita sotto la coltre di neve, fango e detriti. Il 18 novembre il Comitato vittime di Rigopiano lancerà la raccolta fondi per realizzare il progetto, redatto dall'architetto Roberto Chimisso: "La realizzazione avverrà per fasi, man mano che i fondi saranmo raccolti. La prima fase riguarderà l'installazione artistica". 

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 
 
 
 
 
 

Chiudi
Chiudi