Indagini sulla tragedia di Rigopiano, l’ex prefetto rinuncia all’interrogatorio - L’inchiesta sulla valanga che travolse l’hotel causando 29 vittime
CHIUDI [X]
 
Pescara   Cronaca 08/01

Indagini sulla tragedia di Rigopiano, l’ex prefetto rinuncia all’interrogatorio

L’inchiesta sulla valanga che travolse l’hotel causando 29 vittime

"Non comparirà davanti ai magistrati della Procura di Pescara, per essere interrogato, l'ex prefetto di Pescara Francesco Provolo, indagato nell'inchiesta madre sul disastro dell'Hotel Rigopiano di Farindola e nell'inchiesta bis per depistaggio e frode processuale.
L'interrogatorio di Provolo era previsto per giovedì 10 gennaio, ma i suoi legali Sergio Della Rocca e Giovanni Domenico Caiazza hanno depositato istanza di rinuncia". Lo riferisce l'Ansa

TABULATI TELEFONICI (Ansa) - Gli inquirenti che indagano sulla tragedia di Rigopiano hanno acquisito e consegnato in Procura i tabulati delle schede telefoniche di alcuni indagati. Tra questi quelli dell'ex Prefetto Francesco Provolo e l'ex presidente della Provincia Antonio Di Marco. Sono stati acquisiti anche i tabulati dell'ex presidente della Regione Luciano D'Alfonso e del suo collaboratore Claudio Ruffini: il primo è stato stralciato definitivamente dall'inchiesta, il secondo non è mai stato indagato. Nel procedimento principale dell'indagine erano già presenti i tabulati di Paolo D'Incecco, dirigente della provincia a Pescara e la copia forense del cellulare di Ilario Lacchetta, sindaco di Farindola. Nel frattempo sono stati acquisiti e sono in corso di analisi i tabulati, circa una trentina, delle vittime della valanga del 18 gennaio 2017: il compito degli inquirenti è quello di stabilire se le vittime abbiano mai contattato o siano riusciti a parlare con i centralini dei soccorsi, e non già i contatti privati.

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi