Omicidio Neri, i carabinieri arrestano sei persone per estorsione e spaccio - Le indagini sulla morte del ventinovenne. Ordini di custodia cautelare
 
Pescara   Cronaca 15/01

Omicidio Neri, i carabinieri arrestano sei persone per estorsione e spaccio

Le indagini sulla morte del ventinovenne. Ordini di custodia cautelare

Alessandro NeriSei ordini di custodia cautelare. Li stanno eseguendo, dalle prime ore dell'alba, circa 100 carabinieri nelle province di Pescara, Chieti e Teramo nell'ambito delle indagini sull'omicidio di Alessandro Neri. Il corpo senza vita del ventinovenne fu trovato l'8 marzo 2018 sul greto di un canale, a Fosso Vallelunga, alla periferia di Pescara. Il giovane era stato ucciso con due colpi di pistola.

Su richiesta della Procura, il gip del Tribunale di Pescara ha emesso i provvedimenti restrittivi nei confronti di persone indagate in una vasta operazione condotta dai militari del Nucleo investicativo di Pescara. 

Le ipotesi di reato sono estorsione, spaccio di stupefacenti, detenzione e porto abusivo di armi, danneggiamento con incendio. 

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi