TimeOut - Ospiti: Paola Cianci, Marino Di Santo, Incoronata Ronzizzi, Nicholas Tomeo CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 aprile 2021
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Alba Adriatica   Politica 04/02/2019

Mareggiate devastanti, Salvini ad Alba Adriatica. Marsilio: "Gli ho chiesto fondi per la costa"

Elezioni regionali 2019

Salvini e Marsilio ad Alba AdriaticaMareggiate devastanti flagellano da giorni il litorale abruzzese. Danni ingenti in tutte e tre le province costiere; Teramo, Pescara e Chieti. 

Riccardo Padovano, presidente regionale di Confcommercio, lancia un nuovo allarme: "Sono pervenute al nostro sindacato documentazioni fotografiche di danni rilevanti che hanno interessato soprattutto le spiagge dei comuni più danneggiati: Casalbordino, Francavilla al Mare, Montesilvano, Silvi, Pineto, Alba Adriatica e Martinsicuro. Una situazione gravissima che segue le denunce dei balneari che si ripetono da tempo".

Ieri un sopralluogo ad Alba Adriatica, una delle località più colpite, è stato compiuto dal vice premier, Matteo Salvini, e dal candidato del centrodestra alla presidenza della Regione Abruzzo, Marco Marsilio

“Ho chiesto a Salvini - racconta Marsilio - di stanziare i fondi necessari per venire incontro alle esigenze dei balneatori e per salvare la prossima stagione estiva del litorale teramano. L’Abruzzo non può aspettare un solo giorno. Dobbiamo intervenire con tempestività, per evitare ulteriori danni, anche all’entroterra. La situazione, infatti, è estremamente grave. Lo scenario è preoccupante non c’è più spiaggia per centinaia di metri e le onde hanno devastato gli stabilimenti balneari”.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi