"Il velo di Iside" contro la violenza sulle donne: 5ª edizione con le unità cinofile Fisa - L’iniziativa
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


2 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Pescara   Attualità 11/05/2019

"Il velo di Iside" contro la violenza sulle donne: 5ª edizione con le unità cinofile Fisa

L’iniziativa

La locandina dell'iniziativaGiunge alla 5ª edizione Il velo di Iside, l'iniziativa che si tiene ogni anno a Pescara per sensibilizzare la cittadinanza verso il problema della violenza sulle donne

L'appuntamento è per il 17 maggio a Pescara, in piazza Salotto. L'iniziativa è dell'associazione Iside, di cui è presidente Annarita D'Urbano, e vedrà la partecipazione delle unità cinofile della Fisa (Federazione italiana salvamento acquatico) di cui è docente federale unità cinofila Armando Rucci. "Parteciperò - spiega il responsabile del sodalizio - con i miei allievi che, con i loro cani, accompegneranno le spose di Iside. Al fianco di ogni sposa che salirà in passerella ci sarà un mio allievo, che la accompagnerà col proprio cane". 

IL PROGRAMMA - "Tanta musica e spettacoli per una serata speciale", si legge sulla locandina dell'evento, che inizierà alle 18 con il Talk show di Iside, dalle 18 alle 20, "un mix di spettacolo e cultura. Interverranno personalità politiche, giovani talenti, psicologi e avvocati. Ospite: Eleonora Giovannini, autrice di Ogni donna deve dire a se stessa: 'Io esisto. Guardami. Anche quando non ci sono'".

Alle 21 "Il velo di Iside: sfilata di abiti da sposa donati. Tanti ospiti, musica e ballo per una serata indimenticabile". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi