Lo studio: "In Abruzzo mancano 1.883 infermieri, numero destinato a salire con Quota 100" - L’allarme del centro studi Fnopi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

L'Aquila   Attualità 12/05/2019

Lo studio: "In Abruzzo mancano 1.883 infermieri, numero destinato a salire con Quota 100"

L’allarme del centro studi Fnopi

Una carenza di personale che potrebbe aggravarsi con gli effetti della cosiddetta "quota 100". È quella degli infermieri nelle strutture sanitarie della Asl in Abruzzo. Secondo i dati elaborati dal centro studi FNOPI (Federazione Nazionale Ordini Professioni Infermieristiche), in tutta la regione attualmente il fabbisogno si attesta sulle 1.883 unità

Questo numero è però destinato a salire a causa dei circa 600 infermieri che avrebbero i requisiti per andare in pensione anticipata con quota 100. Così, il "buco" salirebbe a 2.482 unità. Gli infermieri mancanti lieviterebbero a 155,93 unità per 100mila abitanti a fronte di una media nazionale di 126 "pregiudicando la sicurezza delle cure per i cittadini" secondo il centro studi

Lo studio è stato condotto alla vigilia della Giornata internazionale dell'infermiere in programma oggi che ha come slogan "La sanità non funziona senza infermieri"

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi