La Provincia: "L’8 agosto l’applicazione della resina colorata, non l’apertura della Via Verde" - La precisazione e l’invito dell’ente a non danneggiare la struttura
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


12 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Chieti   Attualità 06/08/2019

La Provincia: "L’8 agosto l’applicazione della resina colorata, non l’apertura della Via Verde"

La precisazione e l’invito dell’ente a non danneggiare la struttura

La Provincia di Chieti precisa che, a differenza di quanto riportato erroneamente in un precedente articolo, l'8 agosto avrà inizio la fase finale del progetto che prevede l’applicazione della resina colorata sui ben 20 km già asfaltati della pista ciclopedonale “Via Verde della Costa dei Trabocchi” e non l'apertura. 

“La ciclovia è ancora in via di realizzazione ed ha presentato notevoli problematiche di carattere idrogeologico, tecniche e cantieristiche – spiegano il presidente Mario Pupillo e il consigliere Vincenzo Sputore, delegato alla Via Verde – L’obiettivo è di riconsegnarla gradualmente alla collettività, man mano che i lavori programmati vengono portati a termine nei vari tratti. Nei prossimi giorni, verrà stesa la resina colorata sui 20 km di pista già asfaltata e soltanto dopo la maturazione del materiale quei tratti saranno resi fruibili previo collaudo. Questa operazione di stesa della resina prevede tempi di essiccamento di almeno 24 ore e in questo lasso di tempo chiediamo la collaborazione dei cittadini a non utilizzare la pista ciclabile, purtroppo a volte danneggiata da sconsiderati, in modo da non compromettere il manto colorato”.

"In fase di ultimazione dei lavori si procederà, successivamente, alla posa di pavimentazione in cemento armato in specifiche zone caratterizzate da dissesto idrogeologico ad oggi non asfaltate, in particolare nei tratti che vanno da Ortona Porto a Ripari e da San Vito a Rocca San Giovanni e, infine, si chiuderà il progetto con gli interventi relativi alle gallerie, all’arredo urbano e alle opere in verde. Nel frattempo è in fase di progettazione il tratto di Lago Dragoni di Torino di Sangro che ha subito la completa erosione costiera e che verrà completamente ripristinato per dare continuità alla ciclovia".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi