Alpinisti bloccati sul Gran Sasso nell’oscurità: salvati dal Soccorso alpino - Tre giovani in difficoltà nella notte, il salvataggio si è concluso stamani alle 6
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Teramo   Cronaca 19/08/2019

Alpinisti bloccati sul Gran Sasso nell’oscurità: salvati dal Soccorso alpino

Tre giovani in difficoltà nella notte, il salvataggio si è concluso stamani alle 6

(foto Soccorso alpino speleologico)Si sono concluse verso le ore 6 di questa mattina le operazioni di soccorso ad una cordata di tre persone bloccata sulla parete Nord del Corno Piccolo del Gran Sasso per il sopraggiungere dell'oscurità.

I tre, due uomini e una ragazza rispettivamente di 34, 32 e 26 anni, erano partiti intorno alle 7 di ieri mattina da Piana del Laghetto per salire la Cresta Nord-Est del Corno Piccolo. Completata la salita si sono poi diretti verso il "Camino di Mezzo" per scendere alla base della parete. Degli errori di valutazione e la stanchezza ne hanno però rallentato la progressione e i tre si sono ritrovati in difficoltà ancor prima di iniziare la discesa. Si sono quindi fermati ed assicurati e, con il sopraggiungere dell'oscurità, hanno chiesto l'aiuto del Soccorso Alpino e Speleologico.

Intanto i vigili del fuoco sono intervenuti con le potenti cellule foto-elettriche in loro dotazione, che hanno illuminato la parete Nord del Corno Piccolo per rendere meno difficoltoso l'intervento. Grazie anche alla collaborazione del personale in servizio alla funivia, i tecnici del Soccorso Alpino hanno raggiunto gli alpinisti intorno alle 3 e, dopo aver attrezzato la discesa fino alla base della parete, li hanno accompagnati fino a Prati di Tivo.

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi