D’Alfonso: "Lavoro per far replicare collaborazione tra Pd e M5S a tutti i livelli" - "Contento che al governo ci sia un abruzzese con esperienza istituzionale"
 
Pescara   Politica 14/09

D’Alfonso: "Lavoro per far replicare collaborazione tra Pd e M5S a tutti i livelli"

"Contento che al governo ci sia un abruzzese con esperienza istituzionale"

"Sono contento che al governo ci sia un abruzzese con esperienza istituzionale come Castaldi che peraltro ha una delega trasversale come quella ai Rapporti col Parlamento che permette di poter agire utilmente per dare risposte ai problemi del territorio e delle comunità regionali". Luciano D'Alfonso, senatore del pd ed ex presidente della Regione Abruzzo, ha commentato così la nomina di Gianluca Castaldi a sottosegretario nel governo che vede i loro due partiti alleati [LEGGI]. 

D'Alfonso era stato tra i papabili ad entrare nella squadra di governo del Conte-bis. "Esprimo soddisfazione per essere stato considerato da molti spendibile per una funzione di governo sino all’ultimo minuto. Non credo sia un problema che poi questa opportunità non si sia realizzata: ho un ruolo molto utile per lavorare a favore dell’Abruzzo in commissione e in aula al Senato, tanto più che oggi questo ruolo potrà svolgersi con impegno maggiore nel perimetro della maggioranza di governo", commenta D'Alfonso.

"In particolare da questa mattina (ieri, ndr) sto lavorando per far replicare la collaborazione tra PD e M5S in tutti i livelli di rappresentanza, nella convinzione che questa è una strada che potrà aprire una nuova stagione di riformismo utile per i cittadini e i loro progetti di vita", annuncia l'ex presidente della Regione che, proprio nel mandato alla guida dell'Abruzzo, aveva sempre avuto un rapporto vivace con i pentastellati. Ieri, intanto, l'attuale presidente della Regione, Marco Marsilio, aveva espresso negatività circa "l'inconsistenza della rappresentanza abruzzese nel governo giallo-rosso" [LEGGI].

Sulla sua mancata nomina D'Alfonso aggiunge: "Affermo con sicurezza l’insussistenza del problema, perché averne patito di reali di ogni tipo mi permette di avvertire la loro reale consistenza. Non credo, infine, che ci siano stati agenti contrari in questa vicenda, sia perché si tratta di dinamiche normali, sia perché non ne colgo la consistenza, sia perché il risentimento non può essere una dotazione di chi fa politica. Può farne uso solo chi ha coltivato esclusivamente la sua dimensione privata, e questo davvero non mi appartiene".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi