Centinaia di gru in migrazione in volo nei cieli d’Abruzzo - Lo spettacolare video diffuso dalla Stazione Ornitologica Abruzzese
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


15 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Centinaia di gru in migrazione in volo nei cieli d’Abruzzo

Lo spettacolare video diffuso dalla Stazione Ornitologica Abruzzese

Sono immagini spettacolari e affascinanti quelle diffuse dalla Stazione Ornitologica Abruzzese. In un video, girato a Torravecchia Teatina da Claudia Polce, segretaria dell'Ail Pescara, si vedono centinaia di gru in volo nei cieli abruzzesi. 

"Centinaia di gru stanno sorvolando proprio in queste ore l'Abruzzo nel loro viaggio di migrazione verso le aree di svernamento, come testimonia il video raccolto poco fa a Torrevecchia teatina, in provincia di Chieti - spiega la SOA -. Con ogni probabilità sono individui provenienti dall'estremo Nord dell'Europa centro orientale, da paesi come la Finlandia, la Russia e la Polonia, dove nidificano. All'approssimarsi del duro inverno in quelle aree si muovono verso sud volando per alcune migliaia di chilometri.

Questa specie protetta è fortunatamente in aumento e sono sempre più frequenti gli avvistamenti di stormi di decine o, come in questo caso, centinaia di individui. Anche grazie alle dimensioni rilevanti, ai versi che usano per tenersi in contatto udibili a chilometri (da cui il nome italiano di origine onomatopeica), e al caratteristico volo in formazione a V (in realtà usato anche da altre specie) il loro passaggio non sfugge anche agli osservatori meno attenti. Il piumaggio è di colore grigio e le dimensioni sono ragguardevoli visto che l'apertura alare spesso supera i due metri. 

Anche in letteratura e nell'arte la specie era spesso citata: si pensi, ad esempio, alla novella di Boccaccio Chichibio e la gruDi solito l'Abruzzo e l'Italia costituiscono solo aree di passaggio dove magari fermarsi per qualche giorno per alimentarsi durante lo spostamento. Poche rimangono a svernare in quanto in genere la loro meta finale sono le aree umide delle coste del nord Africa".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi