Vende mutande per 85mila euro: denunciata truffatrice 59enne - Entrava in empatia con le vittime per poi minacciarle
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


25 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Bucchianico   Cronaca 15/12/2019

Vende mutande per 85mila euro: denunciata truffatrice 59enne

Entrava in empatia con le vittime per poi minacciarle

Foto di repertorioMutande, canottiere e altri capi di biancheria per 85mila euro venduti a tre donne del Chietino. È l'ultima truffa messa in atto da una donna della provincia di Frosinone ai danni di malcapitate vittime che hanno creduto alla sua presunta buona fede.

I carabinieri della stazione di Bucchianico hanno denunciato per truffa e minacce una 59enne. Questa, descritta dalle forze dell'ordine come una "donna piacente ed educata" riusciva a entrare in empatia con le le proprie vittime prima di truffarle.

"La donna si presentava direttamente a casa delle vittime, parlava con loro, ascoltando anche problemi personali per i quali poi sciorinava consigli – spiegano i carabinieri – Dopo averne carpito la buona fede e l’amicizia, proponeva l’acquisto della propria merce: contratti su contratti, per i quali garantiva sconti eccezionali e pagamenti rateizzati in linea con le possibilità economiche delle acquirenti".

"Anche quando gli acquisti aumentavano perché arbitrariamente integrati con ulteriore merce oltre a quella ordinata e falsamente firmati, così come le somme dovute, la truffatrice offriva la soluzione: prestiti temporanei da restituire su una carta di credito privata intestata ad un’altra persona, risultata poi una delle amministratrici della società di vendita porta a porta".

"Una delle malcapitate, quando all’ennesimo contratto acceso era in ritardo con i pagamenti, ha ricevuto addirittura delle minacce. Non ci hanno messo molto i militari a individuare la responsabile, non nuova a episodi del genere, e a denunciarla alla Procura della Repubblica di Chieti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi