Emergenze idriche, Marsilio convoca il vertice: oggi a Pescara per trovare una soluzione - Convocati parlamentari, consiglieri regionali, sindaci e Sasi
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pescara   Attualità 09/01

Emergenze idriche, Marsilio convoca il vertice: oggi a Pescara per trovare una soluzione

Convocati parlamentari, consiglieri regionali, sindaci e Sasi

Marco MarsilioSi farà il tavolo sulle emergenze idriche in provincia di Chieti. Il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, convoca parlamentari eletti in Abruzzo, consiglieri regionali, sindaci e vertici della Sasi, la società che gestisce il servizio idrico integrato (acqua, fogne e depurazione). Lo fa in una lettera datata 8 gennaio.

"In riferimento alla richiesta di incontro pervenuta, in data 30 dicembre, da parte di alcuni sindaci del territorio chietino", si legge nella missiva, "vi invito a partecipare a un tavolo di confronto, presso la Sala della Giunta della Regione Abruzzo, in piazza Unione a Pescara, venerdì 10 gennaio, alle ore 15".

"Esprimo soddisfazione per la convocazione del tavolo tecnico", commenta il sindaco di Vasto, Francesco Menna. "Era una richiesta avanzata insieme agli altri sindaci per affrontare, insieme ai rappresentanti istituzionali regionali e nazionali, una soluzione a un problema che sta creando forti disagi ai cittadini".

di Michele D’Annunzio (m.dannunzio@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi