Ruba una bici dalla vetrina del negozio: denunciato per furto ed estorsione - L’uomo ripreso dalle telecamere
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


1 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Sambuceto   Cronaca 05/02

Ruba una bici dalla vetrina del negozio: denunciato per furto ed estorsione

L’uomo ripreso dalle telecamere

Un 54enne di Francavilla al Mare è stato denunciato in stato di libertà per furto aggravato ed estorsione dopo aver rubato una bici dalla vetrina di un negozio.
L'uomo, come spiegato dai carabinieri della stazione di Sambuceto (dove è successo il fatto), aveva ceduto la propria bicicletta (un'altra ) al negozio in conto-vendita. Probabilmente stanco di aspettare la somma che aveva chiesto, ha pensato di procurarsi un "rimborso".

"Non aveva fatto però i conti con le telecamere di sicurezza interne ed esterne di cui era dotato il negozio, che lo hanno ripreso mentre effettuava l’operazione e si allontanava tranquillamente in sella alla nuova bicicletta – spiegano i militari – I proprietari avevano fatto poi un tentativo di riavere il maltolto, ricevendo per tutta risposta 'se non mi date i 2500 euro del conto vendita della mia bici non riporto proprio nulla', accompagnata da insulti. A quel punto è scattata la denuncia ai carabinieri di Sambuceto corredata dalle immagini del furto, seppur sfocate e riprese in lontananza. Per questo i militari hanno chiesto alla Procura della Repubblica una perquisizione domiciliare nei confronti del presunto ladro, eseguita questa mattina a casa del 54enne di Francavilla al mare riconosciuto dalle immagini di videosorveglianza: la bici, dal valore di 4.200 €, era nel suo garage". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi