Roseto, primo paziente positivo al Covid-19 in Abruzzo. Si attende riscontro da Roma - L’uomo arrivato dalla Brianza. In Italia almeno 9 guariti
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


6 aprile 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

bar_chartInfografiche Covid Abruzzo keyboard_arrow_up keyboard_arrow_down

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Teramo   Cronaca 27/02

Roseto, primo paziente positivo al Covid-19 in Abruzzo. Si attende riscontro da Roma

L’uomo arrivato dalla Brianza. In Italia almeno 9 guariti

L'ospedale di TeramoUn uomo, ricoverato nel reparto di Malattie infettive dell'ospedale di Teramo, è risultato positivo al primo test per il Covid-19. La conferma definitiva del contagio arriverà solo con gli esiti del secondo esame, che sarà eseguito all'Istituto "Spallanzani" di Roma. A comunicarlo è il servizio Prevenzione e Tutela della salute della Regione Abruzzo.

"Il paziente, residente nella bassa Brianza – spiega la Regione – era arrivato a Roseto degli Abruzzi insieme alla famiglia, per trascorrere qualche giorno nella loro abitazione di villeggiatura. Al presentarsi dei sintomi della malattia, ieri è stato subito ricoverato e sottoposto al primo test che, eseguito a Pescara, è risultato appunto positivo. In accordo con la Protezione civile sono già state messe in atto tutte le procedure previste e la famiglia messa in isolamento". Il sindaco ha disposto la sospensione delle attività didattiche delle scuole di ogni ordine e grado di Roseto.

In Italia sono 474 i contagiati accertati (dato aggiornato a stamattina) e 12 le persone decedute (in gran parte dei casi già colpite da altre patologie). Nello stesso tempo si iniziano a registrare le prime guarigioni: sono almeno 9 le persone che avevano contratto il virus e successivamente guarite. Tra queste c'è anche la coppia cinese in vacanza a Roma che avevano fatto registrare i primi due casi in Italia.

MARSILIO SEGUE LA VICENDA - Il presidente Marco Marsilio è in continuo contatto con l'assessore alla salute, Nicoletta Verì, e il dirigente della Protezione civile regionale che stanno seguendo con la Asl di Teramo la ricostruzione di tutti i movimenti del paziente ricoverato per decidere le misure da adottare. Il presidente Marsilio, inoltre, è a strettissimo contatto anche con il ministro Speranza e con il commissario Borrelli, con loro la Regione sta condividendo e condividerà tutte le azioni del caso per affrontare nella maniera migliore questa emergenza. "L'Abruzzo continua a rimanere regione fuori cluster - ha confermato il presidente Marsilio - stiamo lavorando e lavoreremo per mettere in quarantena le persone che sono state a stretto contatto con questo paziente".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi