La Cei: "Fino al 3 aprile sospesa la celebrazione delle messe" - I vescovi italiani si adeguano al Dpcm
EMERGENZA CORONAVIRUS - La conferenza stampa del premier Giuseppe Conte CHIUDI [X]
 
Chieti   Attualità 08/03

La Cei: "Fino al 3 aprile sospesa la celebrazione delle messe"

I vescovi italiani si adeguano al Dpcm

Quelle celebrate oggi in tante chiese - con le prescrizioni del caso - resteranno le ultime messe pubbliche fino al prossimo 3 aprile. La Cei - Conferenza Episcopale Italiana - in serata ha infatti diramato una nota in cui prende atto dei provvedimenti previsti dal Dpcm 8 marzo 2020 che "sospende a livello preventivo, fino a venerdì 3 aprile, sull’intero territorio nazionale le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri.

Per i vescovi italiani "l’interpretazione fornita dal Governo include rigorosamente le Sante Messe e le esequie tra le cerimonie religiose. Si tratta di un passaggio fortemente restrittivo, la cui accoglienza incontra sofferenze e difficoltà nei Pastori, nei sacerdoti e nei fedeli. L’accoglienza del Decreto è mediata unicamente dalla volontà di fare, anche in questo frangente, la propria parte per contribuire alla tutela della salute pubblica".

Anche monsignor Bruno Forte, presidente della Ceam (Conferenza episcopale Abruzzo e Molise) ha richiamato il documento della Cei, aggiungendo che "i sacerdoti naturalmente continueranno a celebrare la Santa Messa in maniera riservata. Nel caso delle esequie non possiamo privare del conforto della preghiera almeno al Cimitero e per i parenti più stretti, evitando ogni altra partecipazione".

 


di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Commenti




 

 
 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi