L’appello di Schael: "Aziende che non usano mascherine le diano alla Asl" - Coronavirus, scarseggiano i dispositivi di protezione individuale
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


31 maggio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Chieti   Cronaca 12/03

L’appello di Schael: "Aziende che non usano mascherine le diano alla Asl"

Coronavirus, scarseggiano i dispositivi di protezione individuale

"Servono mascherine, guanti, cuffie e tutti i dispositivi di protezione individuale. Siamo disposti ad acquistarli anche da aziende che abitualmente li utilizzano, ma in questo momento hanno il fermo produttivo": questo l'appello del Direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Thomas Schael, impegnato nel reperimento di presidi da destinare agli operatori sanitari per garantire a tutti condizioni di sicurezza.

Vista la difficoltà estrema nell'acquisizione di tali dispositivi, divenuti introvabili anche sul mercato estero, e in attesa che arrivino le forniture da parte della Protezione Civile, la Direzione Asl chiede aiuto alle aziende del territorio per fare fronte alle esigenze di questi giorni e al primo impatto dei casi di Coronavirus negli ospedali della provincia di Chieti. 

Il richiamo, dunque, è alla sensibilità delle imprese locali che utilizzano abitualmente questi presidi affinché possano offrirli in acquisto o in dono, e consentire all'Azienda di affrontare l'emergenza con una dotazione di  mezzi più consistente. 

Le offerte vanno presentate con un’E-mail al seguente indirizzo: protezione@asl2abruzzo.it.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

 
 
 

Necrologi


    Chiudi
    Chiudi