Ranieri (Cgil): "Ora più sicurezza a chi è in prima linea e protezione a chi resta a casa" - La nota del segretario regionale dopo le dichiarazioni di Conte
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


11 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Pescara   Cronaca 22/03

Ranieri (Cgil): "Ora più sicurezza a chi è in prima linea e protezione a chi resta a casa"

La nota del segretario regionale dopo le dichiarazioni di Conte

foto Ansa"Bene la decisione di Conte, dopo l'incontro e le sollecitazioni dei sindacati, di chiudere le attività che non rappresentano servizi essenziali per i cittadini. Ora concentriamoci per garantire più sicurezza a tutti i lavoratori che continuano ad essere in prima linea per garantire a tutti noi di proseguire nelle nostre attività basilari". Il segretario generale della Cgil Abruzzo-Molise, Carmine Ranieri, commenta favorevolmente le nuove misure annunciate dal premier e che dovrebbero entrare in vigore domani, 

"Medici, infermieri e personale sanitario tutto, commessi dei supermercati, ditte di pulizie e mense ospedaliere, riders, autisti del trasporto pubblico locale, operai della filiera alimentare, farmaceutica, dei dispositivi di protezione individuale, forze dell'ordine e polizia locale, giornalisti, operatori postali e bancari, operatori delle reti digitali, operatori ecologici e tanti altri lavoratori ancora: a loro - sottolinea il segretario - va il nostro ringraziamento ed è soprattutto a loro che bisogna garantire la massima protezione contro il rischio di contagio".

In questa fase "sindacati, istituzioni e datori di lavoro devono avere al centro della loro azione questa priorità. Oltre alla sicurezza di chi lavora, bisogna garantire la protezione economica e sociale a tutti coloro che momentaneamente resteranno a casa. Ammortizzatori sociali, sospensione dei mutui a lavoratori e imprese, sospensione delle tasse e proroghe dei termini, sono le priorità da attuare.

In Abruzzo, in particolare - rileva il segretario Cgil - la sanità mostra numerose criticità in ordine a varie questioni tra cui la carenza di personale sanitario nelle strutture ospedaliere, denunciata già in precedenza e solo acuita dall’emergenza in atto, e problematiche in ordine alla fornitura e dotazione di Dispositivi di protezione individuali (Dpi) per il personale che opera nelle strutture ospedaliere, sia per i dipendenti dirette delle Asl sia delle cooperative e delle aziende affidatarie di servizi".

Mercoledì 25 marzo i sindacati e le associazioni di categoria incontreranno in video conferenza l'assessore al Lavoro della Regione Abruzzo, Piero Fioretti, per fare il punto della situazione, in attesa della comunicazione del Decreto di ripartizione delle risorse assegnate all'Abruzzo, della circolare esplicativa per l'attuazione dello stesso Decreto e della relativa circolare Inps.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi