L’ordinanza di Marsilio: supermercati e negozi chiusi nei giorni festivi, aperte solo le farmacie - Coronavirus, provvedimento restrittivo del presidente della Regione
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

L'Aquila   Cronaca 07/04

L’ordinanza di Marsilio: supermercati e negozi chiusi nei giorni festivi, aperte solo le farmacie

Coronavirus, provvedimento restrittivo del presidente della Regione

Marco MarsilioSupermercati e negozi chiudi nei giorni festivi. Lo stabilisce l'ordinanza del presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio. Il documento, firmato anche dall'assessore regionale alle Attività produttive, Mauro Febbo, e dal direttore del Dipartimento Sviluppo economico della Regione, Germano De Sanctis, è stato emanato oggi dal governatore abruzzese.

"Le attività di vendita di generi alimentari di prima necessità" elencate nel decreto dell'11 marzo "sia nell'ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell'ambito della media e grande distribuzione, anche ricompresi nei centri commerciali, rimangono chiusi nei giorni festivi, fatta eccezione per le farmacie e parafarmacie, purché sia consentito l'accesso, se poste all'interno di centri commerciali, alle sole predette attività".

Le attività commerciali che vendono beni di prima necessità "possono rimanere aperte dal lunedì al sabato dalle ore 7 alle ore 20, fatta eccezione per le farmacie e parafarmacie che si attengono agli specifici orari, anche notturni, già in vigore. In ogni caso deve essere garantita a distanza interpersonale di almeno un metro ed è consentito l'accesso all'interno dei locali ad un solo componente del nucleo familiare, salvo comprovati motivi di assistenza ad altre persone.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi