In Abruzzo ipotesi prenotazione tramite app per andare al mare nelle spiagge libere dal 1° giugno - Lo annuncia Febbo
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


10 luglio 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Pescara   Attualità 29/04

In Abruzzo ipotesi prenotazione tramite app per andare al mare nelle spiagge libere dal 1° giugno

Lo annuncia Febbo

Una app per prenotare lettini, sdraio e ombrelloni anche nelle spiagge libere. È quanto annunciato dall'assessore regionale al Turismo, Mauro Febbo, "salvo attendere l'ultima parola che spetta al governo".

L'assessore spiega così la proposta che mira ad aprire le spiagge il primo giugno: "La Regione Abruzzo ha predisposto un piano che consentirà ai cittadini di frequentare le spiagge libere nel rispetto del distanziamento sociale come impongono le norme anti contagio da Covid-19".

La prenotazione si potrà fare "attraverso una piattaforma digitale gestita dalla Regione in collaborazione con i titolari degli stabilimenti balneari – spiega Febbo all'Ansa – Le spiagge libere saranno attrezzate con ombrelloni, lettini e sdraio e per accedervi sarà necessario prenotarsi. Il costo, a prezzo calmierato sarà a carico della Regione che lo concorderà con i balneatori".

Un provvedimento simile potrebbe così bilanciare la riduzione dei posti nei lidi privati stimata intorno al 30-35% per garantire le giuste distanze in ottica di contenimento del coronavirus.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     

    Chiudi
    Chiudi