Decreto Rilancio, previsto il rimborso per abbonamenti ferroviari e di trasporto pubblico - Erogazione di voucher o prolungamento della durata dell’abbonamento
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


22 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Pescara   Attualità 19/05

Decreto Rilancio, previsto il rimborso per abbonamenti ferroviari e di trasporto pubblico

Erogazione di voucher o prolungamento della durata dell’abbonamento

Il decreto rilancio ha introdotto il rimborso dei costi sostenuti dai viaggiatori per l'acquisto di abbonamenti di viaggio per servizi ferroviari e di trasporto pubblico. Buone notizie, quindi, per i pendolari che, a causa dell’emergenza Covid, non hanno potuto utilizzare i propri abbonamenti.

Potranno accedere alla richiesta tutti gli studenti o lavoratori pendolari, in possesso di un abbonamento ferroviario o di trasporto pubblico locale (autobus, tram e metro) in corso di validità durante il periodo interessato dalle misure governative, che non hanno potuto utilizzare, del tutto o in parte, il titolo stesso.

La richiesta di rimborso dovrà essere inoltrata alla società che gestisce il servizio "allegando la documentazione comprovante il possesso del titolo di viaggio" e un'autocertificazione con la quale l'utente dovrà attestare che non ha potuto utilizzare l'abbonamento. "Entro quindici giorni dalla ricezione della comunicazione", si legge nel decreto, "il vettore procede al ristoro" che può avvenire con l'erogazione di un voucher o con il prolungamento della durata dell'abbonamento "per un periodo corrispondente a quello durante il quale non ne è stato possibile l'utilizzo".

"Sono felice che il Governo abbia recepito le istanze di quanti, lavoratori e studenti, chiedevano di essere rimborsati per i costi sostenuti per gli abbonamenti oppure veder prorogato il periodo di durata degli stessi – commenta il consigliere regionale del M5S, Pietro Smargiassi, che definisce la misura - molto importante per l'area vastese, visto che sono in molti ad usare il trasporto pubblico, principalmente quello su gomma, per spostarsi dalla propria abitazione".

Anche Trenitalia e Italo hanno disposto il rimborso dei biglietti non utilizzati a causa dell’emergenza sanitaria. Trenitalia ha fatto sapere che garantirà anche il ristoro degli abbonamenti delle Frecce a chi non ha potuto viaggiare nel periodo compreso tra il 10 e il 31 marzo. Alla luce di quanto disposto dal decreto rilancio, sono comunque attese novità.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi