Guardia Costiera, operazione Bollino blu per tutelare le aree protette - Controlli su imbarcazioni da diporto private o commerciali
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Pescara   Attualità 08/07

Guardia Costiera, operazione Bollino blu per tutelare le aree protette

Controlli su imbarcazioni da diporto private o commerciali

Con la stagione estiva torna "Bollino Blu", iniziativa della Guardia Costiera voluta anche quest'anno dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e finalizzata a razionalizzare le attività di controllo sulle unità da diporto, private o utilizzate per fini commerciali.

L'iniziativa persegue il doppio obiettivo di accertare la regolarità della documentazione di bordo, delle dotazioni di sicurezza nonché dei titoli abilitativi al comando delle unità, prima che vengano commesse delle infrazioni, ma anche di agevolare chi va per mare, snellendo i successivi controlli effettuati in navigazione.

Anche quest'anno le ispezioni preventive, la cui direzione, pianificazione e coordinamento sono affidati alla Guardia Costiera, verranno effettuate in collaborazione con tutte le forze di polizia operanti in mare. Il coordinamento delle attività istituzionali permette di contenere i costi e di mantenere un elevato standard qualitativo dei controlli, uniformando le procedure e rendendo più capillari gli accertamenti.

Particolare attenzione verrà riservata alla tutela ambientale, verificando meticolosamente il rispetto dei limiti di navigazione delle unità da diporto nelle aree marine protette abruzzesi e molisane, di Torre del Cerrano e delle Isole Tremiti.

"L'iniziativa di rilascio del Bollino Blu, che proseguirà fino al 30 settembre, - dichiara il Direttore Marittimo di Pescara, Salvatore Minervino - verrà portata avanti da tutte le forze di polizia nello spirito di fattiva collaborazione e di vicinanza tra amministrazione e diportisti, spiegando agli utenti del mare l'importanza della scrupolosa osservanza delle disposizioni relative alle dotazioni di sicurezza di bordo e delle certificazioni ma sensibilizzando in particolare gli stessi sul rispetto delle buone regole marinaresche, ovvero quelle non scritte ma che sono la forza e la sicurezza di chi va per mare, per turismo o per lavoro".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi