Maxi piantagione di marijuana scoperta a Sant’Omero: 2.100 piante da due metri e mezzo - Operazione delle fiamme gialle, avrebbe fruttato 2 milioni di euro
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Teramo   Cronaca 16/07

Maxi piantagione di marijuana scoperta a Sant’Omero: 2.100 piante da due metri e mezzo

Operazione delle fiamme gialle, avrebbe fruttato 2 milioni di euro

Una maxi piantagione di marijuana scoperta sulle colline di Sant'Omero (Teramo): 2.100 piante alte due metri e mezzo la cui derivante quantità di stupefacente ricavato avrebbe fruttato oltre due milioni di euro

A scoprirla è stata la guardia di finanza grazie all'uso di un elicottero AW139. La zona, un terreno demaniale fluviale, è difficilmente raggiungibile a piedi a causa di sentieri impervi lungo l'argine del fiume salinello e nascosta dalla ricogliosa vegetazione spontanea. Le piante di marijuana erano in piena fioritura, pronte per essere raccolte e dissetate grazie a un complesso sistema di auto-irrigazione. Non lontano sono stati rinvenuti anche fertilizzanti e attrezzi di lavoro per la coltivazione.

Dopo la segnalazione della sezione aerea di Pescara al comando provinciale di Teramo, le fiamme gialle hanno organizzato un intervento immediato da parte dei militari della tenenza di Nereto e dei colleghi del Reparto Operativo Aeronavale di Pescara. Le 2.100 piante di cannabis sono state sradicate dal terreno e poste sotto sequestro insieme all’attrezzatura utilizzata per la loro coltivazione ai sensi dell’art. 354 c.p.p. in violazione art. 73, comma 5 del DPR. 309/90.

"Il prodotto stupefacente una volta seccato e trinciato, immesso sul mercato avrebbe fruttato oltre 2 milioni di euro – spegano i militari – L’operazione, rientra in un più ampio dispositivo di analisi dei rischi locali il cui continuo monitoraggio del territorio è assicurato anche grazie alla dinamicità e versatilità dell’impiego del mezzo aereo, i cui apparati di ricerca e scoperta, consentono di svolgere missioni attagliate alle esigenze operative del corpo. La produzione illecita e lo spaccio di sostanze stupefacenti rappresentano una delle principali fonti di arricchimento della criminalità anche organizzata".

Guarda le foto

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi