Negoziante e famiglia contagiati a Chieti, prima segnalazione in Abruzzo da "Immuni" - Cinque nuovi casi nel capoluogo di provincia
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


13 agosto 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Chieti   Attualità 20/07

Negoziante e famiglia contagiati a Chieti, prima segnalazione in Abruzzo da "Immuni"

Cinque nuovi casi nel capoluogo di provincia

Un negoziante di generi alimentari del centro di Chieti è risultato positivo al Covid-19 e con lui, successivamente, altri quattro famigliari. A darne notizia è stato ieri il sindaco Umberto Di Primio che ha specificato che l'attività commerciale si trova in via Arniense. L'uomo è stato ricoverato nel reparto Malattie infettive del nosocomio chietino, mentre la Asl Lanciano Vasto Chieti ha avviato il tracciamento dei contatti.

Uno dei famigliari contagiati aveva installato sul proprio smartphone l'app "Immuni" e ha dato il consenso per lo sblocco del codice tramite operatore sanitario del dipartimento di Prevenzione della Asl per avviare la procedura prevista. L'app invierà una segnalazione anonima alle altre persone che hanno installato "Immuni" che sono eventualmente state a contatto diretto con quella positiva secondo quanto rilevato dallo scambio di codici casuali via Bluetooth Low Energy.
L'applicazione non consente di risalire all'identità delle persone coinvolte né di sapere dove si sono incontrate. Chi dovesse ricevere tale segnalazione può contattare il proprio medico di medicina generale per la valutazione delle azioni più opportune a tutela della propria salute.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 


Chiudi
Chiudi