La Regione Abruzzo pronta a consentire gli sport da contatto anche in presenza di pubblico - Lunedì la firma dell’ordinanza
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

L'Aquila   Attualità 08/08

La Regione Abruzzo pronta a consentire gli sport da contatto anche in presenza di pubblico

Lunedì la firma dell’ordinanza

Guido LirisOk agli sport da contatto e alla presenza di pubblico in Abruzzo. Ad annunciarlo è l'assessore regionale allo Sport, Guido Liris, che anticipa il contenuto di un'apposita ordinanza che sarà firmata lunedì prossimo, 10 agosto.

"Dopo un esame attento effettuato dal Comitato tecnico scientifico regionale su un provvedimento messo a punto già da qualche tempo – conferma Liris – per il quale ringrazio sia l'assessore alla Sanità Nicoletta Verì che il direttore del Dipartimento, Claudio D'Amario, sarà firmata un’ordinanza che, finalmente, consentirà di far ripartire definitivamente un comparto che la Regione ha tenuto in estrema considerazione fin dal primissimo post-emergenza coronavirus. L'atto sarà firmato in maniera congiunta dal sottoscritto e dall'assessore Verì. Dopo aver consentito la ripartenza degli sport da contatto attraverso specifici protocolli di distanziamento, infatti, ora in Abruzzo si potrà ricominciare ad allenarsi, a gareggiare, a esibirsi e a organizzare gare senza tenere conto di particolari restrizioni sul piano squisitamente sportivo. In più siamo pronti a consentire la presenza del pubblico, attraverso modalità specifiche".

Per ora, in attesa dell'ordinanza, non si conoscono i dettagli del provvedimento e le modalità con le quali sarà consentita la presenza di pubblico agli eventi sportivi. "In questo modo – conclude Liris – la Regione recepirà le istanze giunte dalle Federazioni sportive, con le quali il confronto è stato continuo e sempre proficuo. Purtroppo la Regione, sia per quanto concerne le competenze in materia sanitaria che per quelle sullo sport, si è dovuta far carico di responsabilità che il governo nazionale Pd-M5s non si è voluto assumere. Fino alle ultimissime ore, infatti, è stata ribadita la volontà di non decidere nulla sulla fine del distanziamento sociale in questo ambito. Grazie al provvedimento che sarà emanato lunedì si potranno organizzare le gare e sarà “salvate” le giornate dedicate al Giro d’Italia nel mese di ottobre".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi