Regione, in Commissione vigilanza discusso il "caso Tac". Smargiassi: "Perplessità confermate" - All’ordine del giorno anche le problematiche del laboratorio analisi di Chieti
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


29 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

L'Aquila   Politica 10/09

Regione, in Commissione vigilanza discusso il "caso Tac". Smargiassi: "Perplessità confermate"

All’ordine del giorno anche le problematiche del laboratorio analisi di Chieti

Pietro Smargiassi (M5S)La vicenda della Tac assegnata all'ospedale di Lanciano torna al centro della scena in Regione Abruzzo. Al primo punto all'ordine del giorno della seduta della Commissione Vigilanza di questa mattina, si è trattato infatti delle "incongruenze nelle delibere Asl numero 608, 614, 615 e 659 riguardanti l’acquisizione della Tac per l’Ospedale di Lanciano e della Risonanza Magnetica articolare per l’ospedale Covid di Vasto". Ascoltati in audizione l'assessore alla Sanità, Nicoletta Verì e il dirigente Angelo Muraglia.

"Il Commissario Taglieri ha ribadito le discrasie presenti nelle delibere evidenziate in oggetto – commenta il presidente Pietro Smargiassi, consigliere del M5S -. Sono state contestate le motivazioni di urgenza e improcrastinabilità poste a fondamento dell'intervento. Perplessità rafforzate dal fatto che la Tac, del tipo ricondizionata e destinata in un primo momento ad uso esclusivo del pronto soccorso di Lanciano, successivamente con una nuova delibera venga assegnata all'ospedale di Vasto in sostituzione di una risonanza magnetica".

Nel secondo punto presente in ordine del giorno si è trattato delle problematiche del laboratorio analisi di Chieti. Anche su questo hanno risposto l’Assessore Verì e il dottor Muraglia, oltre al sesponsabile del sindacato USB, Mario Frittelli.

"Sono state poste all'attenzione dei vertici della Asl 02 le condizioni del laboratorio analisi di Chieti, sotto un punto di vista principalmente di qualità e carenze sulla sicurezza dei locali – dichiara Smargiassi -. Il rappresentante dell'unione sindacati di base ha elencato le numerose criticità di un laboratorio che, soprattutto rispetto ai numeri di test e procedure svolte, meriterebbe locali moderni, efficienti e conformi a tutte le norme riguardo antincendio o a quelle sulla sicurezza della struttura. Tra i numerosi punti critici, rilevati anche dai NAS di Chieti, va evidenziata l'assenza di rilevatori di fumo e gas, superfici di lavoro non a norma o addirittura assenti (tanto che provette e documenti dati vengono poggiati su carrelli) ed altre numerose carenze.

Sul punto – prosegue - sia Muraglia che l'Assessore Verì hanno sostanzialmente confermato le carenze segnalate ribadendo la volontà di migliorare la situazione del laboratorio analisi, spostandolo all'undicesimo livello, scelta già assunta in passato ma che si era bloccata operativamente per la contingente situazione di diffusione del virus Covid-19. Come Commissione di Vigilanza terremo sotto osservazione l’effettiva realizzazione degli impegni assunti".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi