Menna: "Migranti positivi a Covid, prefetto e forze dell’ordine ci garantiscono tamponi e controlli" - Stamani il vertice in Prefettura chiesto dai sindaci del Vastese
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


24 settembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Chieti   Cronaca 11/09

Menna: "Migranti positivi a Covid, prefetto e forze dell’ordine ci garantiscono tamponi e controlli"

Stamani il vertice in Prefettura chiesto dai sindaci del Vastese

Tamponi frequenti e sorveglianza. Li garantiscono Prefettura di Chieti e forze dell'ordine ai comuni del Vastese che ospitano i centri d'accoglienza migranti.

Nei giorni scorsi, i sindaci avevano chiesto un incontro al prefetto, Armando Forgione. Stamani il vertice. Presenti i primi cittadini di Carunchio, Gianfranco D'Isabella; Gissi, Agostino Chieffo; Guilmi, Carlo Racciatti; Lentella, Carlo Moro; Palmoli, Giuseppe Masciulli; Schiavi d'Abruzzo, Luciano Piluso e anche il sindaco di Casalbordino, Filippo Marinucci, che nei giorni scorsi si era detto "sconcertato" per la notizia della positività al Covid di 5 dei 42 migranti arrivati nel Cas dell'Hotel Continental di Vasto, al confine con Casalbordino. 

All'uscita dalla sala riunioni della Prefettura, il sindaco di Vasto, Francesco Menna, si dice soddisfatto delle rassicurazioni ricevute: "Oggi è stata accolta un'istanza di riunione presentata dai sindaci del territorio vastese. Siamo stati ascoltati, ci sono state date certezze in merito al futuro: tamponi certi rispetto alle provenienze, presidi di sicurezza davanti alle strutture e il rispetto dei patti tra sindaci e Stato. In particolare, il Comune di Vasto ha uno Sprar (Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati) e un Cas (Centro di accoglienza straordinaria), può accogliere fino a 96 migranti e non può essere superata questa quota. Noi ringraziamo di cuore le forze dell'ordine e il prefetto per il lavoro di mediazione che faranno con lo Stato e con la Regione. La mia segnalazione arriverà alla Asl di quel territorio che ha mandato migranti in Abruzzo e si unirà a quella del presidente della Regione, perché è giusto che non ci siano errori o omissioni rispetto a una vicenda così delicata".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

    Annunci di Lavoro


      Chiudi
      Chiudi