Stagnola attorno all’antitaccheggio per rubare camicie, denunciati - Carabinieri fermano due 41enni e trovano la refurtiva nella loro auto
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Stagnola attorno all’antitaccheggio per rubare camicie, denunciati

Carabinieri fermano due 41enni e trovano la refurtiva nella loro auto

(foto di repertorio)Avvolgendo con la carta argentata le placche antitaccheggio, erano riusciti a rubare 9 camicie di marca da una boutique di un centro commerciale, ma sono stati fermati dai carabinieri di Montevilano e denunciati. Ora due 41enni rumeni devono rispondere di furto aggravato. La refurtiva è stata restituita. 

Così ricostruisce i fatti una nota diramata dal Comando provinciale dei carabinieri: "Quando, giovedì pomeriggio, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno fermato due uomini residenti a Montesilvano, forse pensavano di trovare droga o armi: l’atteggiamento dei due era evidentemente preoccupato e totalmente ingiustificato visto che si trattava di un normale controllo della circolazione stradale.

Ma è bastato ai militari affacciarsi all’interno dell’auto per capire il motivo di tanto nervosismo. Sul sedile posteriore vi era una busta con ben nove camice di case di moda famose, con il dispositivo antitaccheggio sapientemente avvolto con carta di alluminio per non far suonare l’allarme del negozio.

Lo stratagemma aveva funzionato perché il personale del negozio del centro commerciale dove i due avevano rubato i capi, nemmeno si era accorto dell’ammanco. 

I due cittadini rumeni, entrambi 41enni, sono stati denunciati a piede libero per furto aggravato e la refurtiva è stata restituita al negozio".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi