Carenza idrica, agricoltori in difficoltà. La Cia protesta: "Non siamo più disposti a tollerare" - Preoccupa la diga di Penne. La Cia chiede un incontro con i commissari dei Consorzi
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


28 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Chieti   Attualità 29/09

Carenza idrica, agricoltori in difficoltà. La Cia protesta: "Non siamo più disposti a tollerare"

Preoccupa la diga di Penne. La Cia chiede un incontro con i commissari dei Consorzi

Continua a creare disagi l'emergenza idrica che da tempo interessa il territorio. La questione della diga di Chiauci e la scarsità di precipitazioni non smettono di destare preoccupazione. L'ennesimo grido d'allarme arriva dalla CIA Chieti-Pescara: manca l'acqua nei Consorzi e a pagare sono gli agricoltori. "Fenomeno che non siamo più disposti a tollerare", dichiara il presidente Nicola Sichetti alla luce della situazione in cui si trovano i Consorzi di Bonifica Sud e Centro.

"L'emergenza idrica delle ultime settimane – afferma - ha messo a dura prova le imprese agricole, le quali non hanno potuto disporre di un adeguato approvvigionamento di acqua per le colture. Sicuramente la scarsità di precipitazioni di quest'anno ha inciso molto su questa grave e preoccupante situazione, ma l'azione di prevenzione del Consorzio, a nostro avviso, poteva essere più incisiva nonostante vari incontri, solleciti e avvertimenti ad adottare misure preventive efficaci".

Dopo la diga di Chiauci la preoccupazione sale anche per quella di Penne: "Un maggiore accumulo di risorse idriche – sostiene Sichetti - l'adozione di un piano di turnazione, il ripristino delle pompe di sollevamento e una campagna di sensibilizzazione degli utenti ad un utilizzo oculato dell'acqua, avrebbero potuto contenere l'emergenza".

"Ora la necessità è evitare che una situazione emergenziale simile si verifichi anche nei prossimi anni – sottolinea il presidente -. Per questo motivo, vista l’importanza fondamentale della risorsa idrica per il nostro settore e considerando che il contributo da parte degli agricoltori a sostenerne i costi è molto alto, chiediamo ai commissari dei Consorzi Sud e Centro, Michele Modesti e Paolo Costanzi, un incontro urgente per fare il punto della situazione sugli investimenti in essere e sul nuovo piano di classifica per il riparto della contribuenza consortile".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi