Sospesa la distribuzione dei vaccini, Schael: "Le aziende in ritardo con le consegne" - Dopo le prime 40mila dosi distribuite rallenta la campagna vaccinale
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


21 ottobre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita

Infografiche Covid-19

bar_chartAbruzzo

bar_chartComuni

Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

Chieti   Attualità 17/10

Sospesa la distribuzione dei vaccini, Schael: "Le aziende in ritardo con le consegne"

Dopo le prime 40mila dosi distribuite rallenta la campagna vaccinale

La campagna per il vaccino antinfluenzale nel territorio della Asl Lanciano Vasto Chieti ha subito già una sospensione per mancanza di nuove dosi. Alla sollecitazione del consigliere regionale Silvio Paolucci [LEGGI] ha risposto il direttore generale della Asl Thomas Schael, ribadendo una situazione già evidenziata nel corso del Vaccination Day a Chieti [LEGGI]. "Siamo partiti in anticipo e abbiamo già vaccinato 40mila persone in provincia di Chieti, ma ora la generale carenza di dosi che affligge tutta Italia sta provocando rallentamenti nelle forniture anche alla nostra azienda", spiega il direttore generale della Asl. 

"Non c’è alcuna responsabilità della Giunta regionale, dell’Assessorato alla Salute o della Asl per i ritardi nella distribuzione dei vaccini antinfluenzali ai medici, pediatri e ai nostri centri vaccinali - spiega Schael -. Tutto è dovuto alla mancata consegna da parte dei fornitori di una nuova tranche di dosi di vaccino. Prevedendo la maggiore richiesta che quest'anno sarebbe arrivata da parte dei cittadini - prosegue il manager - ci siamo mossi per tempo, è stata fatta la gara e la nostra Asl ha fatto gli ordini con un congruo anticipo, così da essere pronti per l'avvio della campagna il 1° ottobre".

I primi lotti ricevuti sono stati distribuiti nel territorio di riferimento "per consentire le prime vaccinazioni alle categorie più esposte. Nuove consegne erano previste per lunedì 19 e per il 26 ottobre prossimi, ma oggi abbiamo ricevuto dai fornitori la comunicazione che il termine non sarà rispettato. Per del tutto evidenti ragioni di trasparenza ho ritenuto doveroso avvertire medici e pediatri per evitare loro il disagio di trovarsi la prossima settimana nell'impossibilità di rimanere senza vaccini già prenotati e senza nemmeno sapere il perché. I nostri centri vaccinali continueranno invece a vaccinare regolarmente nei prossimi giorni le persone che hanno già la prenotazione - sottolinea Schael -. Sono comunque in corso trattative con i fornitori per riprendere le consegne come da programma: abbiamo intanto ricevuto rassicurazioni che la nostra richiesta sarà evasa non appena avranno nuovamente la disponibilità dei vaccini". 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     

    Annunci di Lavoro

       
       
       
       
       
       

      Chiudi
      Chiudi