Diga di Chiauci: i lavori per l’aumento della capienza a 14 milioni di metri cubi finiranno nel 2023 - Argomento discusso in commissione Vigilanza
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pescara   Politica 22/10

Diga di Chiauci: i lavori per l’aumento della capienza a 14 milioni di metri cubi finiranno nel 2023

Argomento discusso in commissione Vigilanza

La diga di Chiauci a secco nel settembre scorsoA breve si potrà procedere alla richiesta di aumento della capienza a 8 milioni di metri cubi, ma per i 14 bisognerà attendere il 2023, anno in cui è prevista la fine dei lavori. È quanto emerso oggi in commissione Vigilanza della Regione Abruzzo sulla diga di Chiauci.

L'ultima estate è stata caratterizzata nuovamente dal ricorso ad autobotti e fontane a San Salvo Marina e Vasto Marina, due delle località rifornite dall'invaso. La diga a fine agosto appariva desolatamente a secco a causa della prolungata assenza di precipitazioni ribaltando le ottimali previsioni di giugno, quando c'era la massima quantità d'acqua consentita, 4 milioni di metri cubi.

"Ogni anno – spiega Pietro Smargiassi, presidente della commissione Vigilanza – la zona del Vastese è colpita da un’emergenza idrica correlata alla diga di Chiauci. L’opera per essere ritenuta completata necessita ancora di interventi, già previsti nel 2017, quindi ho voluto ascoltare gli auditi proprio sullo stato dei lavori che dovrebbero essere conclusi a dicembre 2020. I vertici del Consorzio di Bonifica Sud, hanno chiarito che gli interventi sulle paratoie, utili a consentire il riempimento del rinvaso, sono stati completati ad aprile 2020. Mancano, invece, e sono in corso di affidamento, gli interventi per le impermeabilizzazioni dei placcaggi di sponda e la ripulitura dell’invaso. La sistemazione dell’ammasso roccioso e la messa in sicurezza a valle sono stati completati. Con il completamento delle opere sopracitate si potrà chiudere positivamente l’iter autorizzativo per l’aumento dell’invaso a 8 milioni di metri cubi, ma per arrivare agli auspicati 14 milioni di metri cubi è stata avviata la procedura dei lavori in territorio di Pescolanciano, per 10 milioni di euro, per i quali c’è la copertura dei fondi del masterplan Molise. Questi ultimi lavori saranno completati nel 2023".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi