Dpcm, l’Anci Abruzzo contraria alla chiusura di cinema e teatri: "Si può fare cultura in sicurezza" - Il presidente D’Alberto: "Stop a bar e ristoranti, servono subito risorse adeguate"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


4 dicembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pescara   Politica 26/10

Dpcm, l’Anci Abruzzo contraria alla chiusura di cinema e teatri: "Si può fare cultura in sicurezza"

Il presidente D’Alberto: "Stop a bar e ristoranti, servono subito risorse adeguate"

Gianguido D'Alberto"Le misure annunciate oggi erano previste e credo che avere misure uniformi su tutto il territorio sia fondamentale perché solo il Governo può contestualmente prevedere correttivi economici. Ma sui cinema e i teatri non sono d'accordo, in quanto in questi mesi hanno dimostrato che si può fare cultura nel rispetto dei protocolli di sicurezza".

Così il presidente dell'Anci Abruzzo, Gianguido D'Alberto, sindaco di Teramo, valuta le restrizioni contenute nel Dpcm entrato in vigore oggi in tutta Italia per contenere il contagio da Covid-19.

"La linea del Governo era di muoversi in un'ottica di proporzionalità e adeguatezza, ma in questo caso siamo fuori assolutamente", commenta D'Alberto. "E su altre questioni dubbi permangono. Non so, ad esempio, se la chiusura alle 18 di bar e ristoranti sia risolutiva e per quanto riguarda le palestre, la settimana scorsa si era detto che avrebbero avuto una settimana per adeguarsi. Mi auguro che prima di chiuderle abbiano fatto i dovuti controlli, altrimenti era solo un preannuncio di chiusura. Vorrei capire quali sono state le verifiche epidemiologiche alla base di questa decisione". Il presidente regionale dell'Associazione nazionale comuni d'Italia esprime perplessità sulle chiusure anticipate: "L'efficacia di questo decreto nel tutelare la salute e al contempo salvaguardare l'economia sta nella tempestività e nell'adeguatezza delle misure economiche che saranno stanziate. Questo - avverte D'Alberto - è un punto essenziale: se questo decreto dovesse non funzionare le prospettive sono di un danno economico enorme".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi