Marsilio: "Ora si comprende perché la Asl accumulava debiti" - Il presidente della Regione interviene sull’inchiesta "Cuore aperto"
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Chieti   Attualità 27/10

Marsilio: "Ora si comprende perché la Asl accumulava debiti"

Il presidente della Regione interviene sull’inchiesta "Cuore aperto"

Il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio interviene sull'operazione "Cuore aperto" della guardia di finanza che ha scoperto la maxi truffa all'ospedale "SS. Annunziata" di Chieti basata sull'acquisto spropositato di protesi cardiache e altri dispositivi [LEGGI].

Come ricostruito dai militari, tale sistema corruttivo andava avanti da circa 10 anni. Marsilio elogia quindi l'operato dell'attuale direzione della Asl Lanciano Vasto Chieti: "Dopo almeno 10 anni di inerzia, disattenzione (se non addirittura complicità), la Asl interviene a difesa dell’interesse pubblico, senza guardare in faccia a nessuno e senza timori reverenziali. È bastato fare la cosa più normale del mondo, seguendo il preciso mandato che il presidente della giunta e l’assessore alla Salute hanno fornito ai direttori nominati: procedere a gare, stimolare la concorrenza, rispettare le regole del libero mercato e dell’interesse pubblico, per recuperare milioni di euro in forniture inappropriate. Adesso è un po’ più chiara la ragione per la quale la Asl di Chieti accumulava decine di milioni di deficit ogni anno. Ringrazio e faccio i miei complimenti al direttore generale Thomas Schael: mai come oggi appare più felice la scelta di aver affidato questa Asl a una persona estranea all’ambiente, ai suoi condizionamenti e scevra da pregiudizi e rapporti personali".

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi