Coronavirus: 625 nuovi casi in Abruzzo. Posti letto a Chieti in esaurimento, domani vertice Asl - A Vasto già occupati i 4 posti in Rianimazione
CHIUDI [X]
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Pescara   Attualità 09/11

Coronavirus: 625 nuovi casi in Abruzzo. Posti letto a Chieti in esaurimento, domani vertice Asl

A Vasto già occupati i 4 posti in Rianimazione

Foto di repertorioAltri 625 casi di positività al Covid-19 che portano il conto totale degli attualmente positivi in Abruzzo a 9872 persone. I dati del bollettino regionale evidenziano il 15,81% dei positivi sui 3951 tamponi effettuati; ieri, tale percentuale era salita addirittura al 17,43%.

I dati odierni evidenziano, inoltre, un aumento di 29 unità in terapia non intensiva (totale 513) e di 5 pazienti in terapia intensiva (totale 48). Quello dei ricoveri è il punto che sta preoccupando non poco il governo regionale. Stamattina la Croce Rossa e la protezione civile hanno effettuato un sopralluogo all'ospedale di Avezzano dove, nel piazzale, si allestirà una tensostruttura per l'osservazione breve.

I numeri creano qualche grattacapo anche in provincia di Chieti. La Asl Lanciano Vasto Chieti ha affermato che i posti per i malati Covid nell'ospedale del capoluogo sono saliti a 83 (dopo aver ospitato anche i pazienti dall'Aquila e Teramo) e sono in via di esaurimento. A Vasto, oggi, la Rianimazione del "San Pio" ha aperto ai malati Covid e i 4 posti letto a disposizione sono stati già occupati. 

"Stiamo studiando tutte le soluzioni possibili – dice il direttore generale Asl Thomas Schael – per aver maggiore disponibilità di posti letto, ma questo non vuol dire che non saranno ricoverati altri pazienti che dovessero arrivare nelle prossime ore. Nessuno sarà rimandato indietro, e ognuno troverà posto in qualche modo nelle nostre strutture. E quanto accaduto nella giornata di ieri, con le ambulanze rimaste in attesa sul piazzale del pronto soccorso non deve far prefigurare scenari apocalittici: i mezzi sono arrivati in contemporanea, e per evitare che si trovassero insieme al triage pazienti Covid sospetti o accertati con altri malati, si è preferito lasciarli in ambulanza in attesa dei risultati del tampone rapido, che necessita di poco più di venti minuti. L’attesa, quindi, è stata determinata da una scelta di tipo prudenziale, e non dalla difficoltà a trovare una collocazione".

Per la giornata di domani è stata indetta una riunione dell’Unità di crisi della Asl, durante la quale saranno messe a punto nuove misure per riorganizzare l’assistenza, nell’ambito delle strutture aziendali, e individuare altri spazi da destinare ai contagiati.

IL BOLLETTINO REGIONALE

Sono complessivamente 15143 i casi positivi al Covid 19 registrati in Abruzzo dall'inizio dell'emergenza (il totale risulta inferiore di 1 unità in quanto è stato eliminato un caso risultato duplicato). Rispetto a ieri si registrano 625 nuovi casi (di età compresa tra 6 mesi e 96 anni). Dei nuovi casi, 208 sono riferiti a tracciamenti di focolai già noti. I positivi con età inferiore ai 19 anni sono 106, di cui 29 in provincia dell'Aquila, 16 in provincia di Pescara, 18 in provincia di Chieti, 43 in provincia di Teramo.

La tensostruttura ad AvezzanoIl bilancio dei pazienti deceduti registra 6 nuovi casi e sale a 602 (di età compresa tra 56 e 92 anni, 2 in provincia dell'Aquila, 1 in provincia di Teramo, 1 in provincia di Pescara e 2 in provincia di Chieti). Nel numero dei casi positivi dall'inizio dell'emergenza sono compresi anche 4669 dimessi/guariti (+77 rispetto a ieri).

Gli attualmente positivi in Abruzzo (calcolati sottraendo al totale dei positivi, il numero dei dimessi/guariti e dei deceduti) sono 9872 (+541 rispetto a ieri).

Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus, sono stati eseguiti complessivamente 319079 test (+3951 rispetto a ieri).

513 pazienti (+29 rispetto a ieri) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva; 48 (+5 rispetto a ieri) in terapia intensiva, mentre gli altri 9311 (+507 rispetto a ieri) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl.

Del totale dei casi positivi, 4531 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+212 rispetto a ieri), 2928 in provincia di Chieti (+131), 3391 in provincia di Pescara (+100), 3967 in provincia di Teramo (+185), 134 fuori regione (+3) e 192 (-7) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza.

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi