Tamponi, dal 16 novembre obbligatorio prenotarsi per accedere ai drive in - Le modalità di funzionamento del sistema ZeroCoda
 

Viaggia nel tempo, scopri

com’era Zonalocale il


27 novembre 2020
Clicca per leggere direttamente questa edizione al prossimo accesso
Rimuovi questa edizione come predefinita
Segui Zonalocale suSegui Zonalocale

bar_chartInfografiche Covid-19 Guarda tutte le infografichearrow_right_alt

Chieti   Attualità 13/11

Tamponi, dal 16 novembre obbligatorio prenotarsi per accedere ai drive in

Le modalità di funzionamento del sistema ZeroCoda

Da lunedì prossimo, 16 novembre, sarà obbligatorio prenotarsi per accedere ai drive in della provincia di Chieti. Il sistema ZeroCoda è stato già attivato da qualche giorno dalla Asl Lanciano Vasto Chieti per regolamentare il flusso delle persone che devono eseguire un tampone ed eliminare le code che quotidianamente si formano nelle postazioni in determinati orari. 

Il funzionamento. Una volta fatta dal medico la richiesta di tampone attraverso la piattaforma informatica Sm@rtTest, viene inviato un sms al cellulare della persona interessata con l'indicazione del link al quale collegarsi per scegliere in quale drive in recarsi dal lunedì al sabato tra Atessa (dalle ore 8 alle 14), Ortona e Gissi (entrambe dalle 8 alle 16), nonché data e orario preferiti tra quelli disponibili per l'esecuzione del tampone. Nel corso della prossima settimana all'offerta sarà aggiunta anche la postazione drive in al Palatricalle di Chieti, di imminente apertura, che sarà comunicata tempestivamente ai cittadini.  

Da lunedì, dunque, si avrà accesso al test solo se in possesso di prenotazione, divenuta necessaria vista la massiccia affluenza che registrano le tre postazioni e che inevitabilmente genera attese. Nel caso in cui un utente ne sia sprovvisto per qualche ragione, potrà eseguire il tampone una volta che gli operatori avranno esaurito tutti i prenotati. 

di Redazione Zonalocale.it (redazione@zonalocale.it)

Leggi tutte le notizie dell'Abruzzo su abruzzo.zonalocale.it.

Per l'informazione libera. Sostieni Zonalocale

Anche in questo periodo di emergenza sanitaria, continuiamo a lavorare con passione e coscienza. Lo facciamo garantendo gratuitamente notizie di pubblica utilità a un numero sempre crescente di utenti.

Un lavoro che richiede tempo nel reperire le informazioni, impegno nel raccontare con equilibrio i fatti e attenzione nel verificare le notizie distinguendole dalle fake news che circolano incontrollate.

Un impegno che ha un costo notevole anche in una fase in cui l'economia è in sofferenza. Se pensi che i contenuti che offriamo a tutti siano un utile servizio, puoi diventare nostro sostenitore.


Scegli il contributo e prosegui sulla piattaforma sicura PayPal:

Commenti




 

     
     
     
     
     
     
     

    Chiudi
    Chiudi